Libero
TECH NEWS

Internet mobile: la velocità crolla di sera in queste due città italiane

La velocità di Internet mobile cala drasticamente di sera e la riduzione è particolarmente marcata in due città italiane, come confermano i dati di OpenSignal

internet mobile italia velocità Fonte foto: MMD Creative / Shutterstock.com

La velocità di connessione delle reti per l’accesso a Internet mobile (tramite 4G o 5G) è legata a vari fattori. Un nuovo report di OpenSignal, però, mette in evidenza l’impatto della congestione delle reti nel corso della giornata. La mattina si naviga molto più velocemente mentre di sera la velocità crolla.

In particolare, l’indagine conferma un netto calo della velocità di connessione in download che arriva a toccare valori particolarmente più bassi del normale a Palermo e Napoli. Il calo delle prestazioni è, però, generalizzato: tutte le città testate evidenziano un rallentamento della rete ed anche tutti gli operatori devono fare i conti con la congestione nelle ore serali.

Internet mobile: la velocità crolla di sera

I dati raccolti da OpenSignal (relativi al periodo compreso tra febbraio e giugno 2023) evidenziano un rallentamento medio del -21,2% della velocità di connessione in download da rete mobile nel confronto tra i valori registrati tra le 6 e le 11.59 e i valori registrati tra le 18 e le 23.59. La differenza tra queste due fasce orarie è evidente: nella prima, infatti, la velocità media è di 37,6 Mbps mentre nella seconda è di 29,7 Mbps.

Il calo, inoltre, non è omogeno per tutti gli operatori: su rete TIM viene rilevata la diminuzione di velocità più significativa (-23,9%). Calo importante anche per WINDTRE (-21,5%) e per Vodafone (-20,6%). Sotto al -20%, invece, si piazzano Iliad (-19%) e Fastweb (-15,8%) che, tra gli operatori analizzati, sono quelli con meno clienti attivi. La congestione di rete nella fascia oraria serale, in ogni caso, è significativa per tutti i provider italiani.

Le città dove Internet mobile rallenta la sera

Palermo e Napoli sono le città dove la connessione registra il rallentamento più grande. A Palermo, infatti, il rallentamento è del -23,2% in media con un picco del -26% per i clienti WINDTRE mentre il calo minore viene evidenziato dalla rete Vodafone, con -19,2%.

A Napoli, invece, si registra un -22,8% con un picco del -24,8% per la rete TIM. Rallentamenti significativi la sera arrivano anche per gli utenti di Genova (-20,2%), Torino (-21,5%) e Prato (-21,9% con un picco del -27,2% su rete TIM).

Dati poco confortanti emergono anche per altre grandi città italiane, come Roma e Milano che fanno segnare, rispettivamente, una frenata del -19,8% e del -18,8% (a Milano si segnala un netto calo di Iliad che evidenzia una riduzione della velocità del -22,9%, peggiore prestazione dell’operatore registrata da Open Signal tra le varie città considerate).

Le reti mobili degli operatori nazionali riescono a tollerare meglio la congestione in altre città. È il Veneto a far segnare il rallentamento meno significativo (a Padova, Venezia e Verona).

In queste tre città, la velocità di sera si riduce, al massimo, del 14%. Anche Brescia, Firenze e Bologna riescono ad attenuare la riduzione della velocità tra il -16,1% e il -16,8%.