Libero
La pietra cosmica che la NASA vuole esplorare Fonte foto: 123RF
SCIENZA

La preziosa "pietra cosmica" che la NASA ha intenzione di esplorare

Nel maggio del 2023 partirà una missione della NASA per esplorare una pietra cosmica dal prezioso contenuto di metalli ancora da valutare

Spesso è difficile quantificare le cifre oltre il miliardo e il trilione, la tentazione è quella di usare parole fantasiose come fa Paperon De’ Paperoni per contare il suo denaro, ma in realtà le parole giuste esistono. C’è ad esempio un asteroide che la scienza ha valutato la bellezza di 10 quintilioni di dollari, una cifra sbalorditiva per quella che potrebbe sembrare una normale pietra cosmica.

Dopo la scoperta del primo asteroide con tre lune, la NASA sta concentrando tutte le proprie attenzioni su 16 Psyche, il nome affibbiato a un oggetto celeste che è pieno zeppo di metalli, un dettaglio che rende appunto la sua valutazione economica così incredibile. Non ci si può far sfuggire un’occasione del genere e una missione ad hoc è già pronta per essere lanciata.

L’agenzia spaziale americana, infatti, vuole esplorare da cima a fondo la preziosissima pietra cosmica e per farlo ha predisposto un veicolo specifico, ribattezzato per l’occasione Psyche. La navicella che dovrà raggiungere l’asteroide pieno di metalli, partirà a bordo di un razzo, lo SpaceX Heavy Falcon. Come spiegato dagli esperti, 16 Psyche presenta metalli a non finire, però non è mai stato chiaro quale sia il suo effettivo contenuto. L’ipotesi che va per la maggiore è che si tratti di un nucleo di metallo che si è staccato da un pianeta sorto agli albori del sistema solare.

Il valore economico

C’è però anche chi parla di un nucleo non meglio definito che non si sarebbe mai sciolto. La valutazione in termini monetari è pazzesca: il quintilione è un numero impressionante perché corrisponde a mille quadriliardi, un milione di quadrilioni e un miliardo di triliardi. Tutti questi dollari si giustificano con il fatto che i metalli spaziali non sono così semplici da rinvenire. Si sta pensando di estrarli un giorno non troppo lontano proprio dagli asteroidi, in primis ferro e nichel, ma questi progetti sono soltanto delle buone intenzioni e la messa in pratica è ancora lontana. La NASA non vuole più attendere e per esplorare la pietra cosmica ha messo a punto tanti strumenti diversi.

La partenza della missione

La navicella avrà il compito di studiare ed esaminare da vicino questa roccia che ha un diametro di ben 120 chilometri. Avvicinarsi alla sua superficie non sarà semplice, l’obiettivo è quello di evitare una collisione che rovini sia il veicolo spaziale che la stessa pietra cosmica. Il fatto che ci sia poi una valutazione tanto precisa dal punto di vista economico ha reso ancora più urgente la missione. Si partirà ufficialmente nel mese di maggio del 2023, dunque tra un anno esatto, poi il viaggio vero e proprio durerà altri 36 mesi.

La prima tappa sarà comunque Marte, prima di spostare la rotta verso l’asteroide vero e proprio. Tra gli strumenti presenti a bordo ci sarà una tecnologia di propulsione speciale e innovativa, la Hall che debutterà per la prima volta nello spazio più profondo con questo viaggio. Una volta raggiunta una distanza ravvicinata rispetto alla pietra cosmica, tra l’altro, Psyche osserverà la stessa per 21 mesi, nella speranza di fornire le risposte giuste agli scienziati. Tra tanti asteroidi che passano vicinissimi alla Terra, ce ne sono altri molto lontani e di sicuro più preziosi.

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963