Libero
SCIENZA

È davvero così: in questa città non si utilizzeranno più le auto

Niente più auto e soluzioni a zero impatto ambientale per un nuovo stile di vita che annulli le emissioni di carbonio: è il progetto ambizioso di XZero City, una città smart e a forma di fiore

Un pianeta più pulito, un pianeta con meno problemi di inquinamento. Un pianeta, soprattutto, che ci vede muovere in maniera sostenibile: sembra essere questo il mondo che il Kuwait vuole cominciare davvero a costruire, grazie alla sua XZero City, un progetto residenziale e ambientale mirato ad affrontare in maniera intelligente i cambiamenti climatici nel paese.

Per la sua smart city, il Kuwait ha idee a dir poco virtuose (e ambiziose): le auto saranno abolite, perché la città sarà interamente percorribile a piedi, e lo stile di vita dei residenti sarebbe da armonizzare con la natura circostante, con impianti verdi e soluzione multifunzione per minimizzare l’impatto umano sul paesaggio.

XZero City, una città senza auto

Il Kuwait è uno dei paesi più preoccupati dall’inquinamento ambientale e, negli ultimi anni, diversi team di scienziati e ricercatori si sono impegnati per trovare delle soluzioni (ottenendo anche dei buoni risultati) collaborando con diverse realtà globali. Adesso, l’idea è quella di realizzare una smart city che si presenterebbe come comunità sostenibile in grado di fornire ai circa 100.000 residenti che si prefigge di ospitare uno stile di vita a zero emissioni di carbonio per 100.000 residenti, in equilibrio con la natura.

Stando alla recente presentazione del progetto, XZeroCity sorgerà nella regione meridionale del Kuwait e comprenderà 30.000 unità residenziali. Sono stati anche ideati dei posti di lavoro green che verranno occupati da oltre 50.000 persone. La smart city si estenderà per circa 1.600 ettari e la sua peculiarità più importante è l’abolizione delle auto. Secondo il progetto, infatti, la maggior parte dei centri nevralgici della città saranno raggiungibilissimi a piedi grazie ad apposite greenways e a mezzi pubblici a impatto zero.

La walking city contro le emissioni di carbonio

Una vera e propria walking city, dunque, che mira a sfruttare tutti i vantaggi dell’ecosostenibilità sia in campo sociale che ambientale ed economico. Il progetto è stato affidato a una delle realtà più importanti al mondo nel campo delle città sostenibili, URB. La società, formata da architetti, designer, sviluppatori e consulenti esperti in gestione dello sviluppo, pianificazione generale e urbanistica sostenibile ha già iniziato a gettare le basi per minimizzare (o addirittura annullare) le emissioni di carbonio.

Per farlo ha avviato delle strategie di progettazione passiva coniugate alla creazioni di infrastrutture verdi e blu, che richiederanno il minimo investimento finanziario fornendo al contempo i massimi guadagni ambientali. La città sarà del tutto autosufficiente: fornirà tutto l’apporto calorico alimentare necessario ai residenti grazie alle sue aree produttive che impiegheranno metodi di agricoltura green e urbana come orti comunitari, biodome, acquaponica, fattorie verticali e agricoltura biosalina.

Il paesaggio multifunzionale e le energie rinnovabili

Il progetto XZero City mette al centro dello sviluppo della città un paesaggio resiliente e multifunzionale, che fa sì che si possa rinunciare del tutto alle automobili grazie a oltre 44 km di percorsi dedicati alla mobilità verde. Tutti gli hub della città (centri nevralgici come ospedali, scuole, parchi e zone commerciali) saranno collegati non solo grazie alle strade percorribili a piedi ma anche, come già accennato, grazie a mezzi di trasporto ecologici.

La città assumerà la forma di un fiore perché gli esperti di URB stanno calcolando al secondo i tempi di percorrenza dalle unità residenziali agli hub: tutti devono essere minimizzati, con l’obiettivo di far sì che o a piedi, o con i mezzi pubblici o per mezzo di biciclette, monopattini e scooter elettrici sia tutto raggiungibile in meno di 10 minuti. L’intera comunità residenziale è ideata per promuovere salute, benessere e biodiversità e più del 65% dell’area totale della smart city sarà destinata a spazi aperti.

Non è tutto qui: XZero City punterà anche sulle energie rinnovabili: saranno installati marciapiedi permeabili che consentiranno all’acqua piovana di fluire per essere riutilizzata e il suo stesso orientamento è stato scelto anche per ridurre la domanda di energia fornendo contemporaneamente una quantità sufficiente di esposizione sole/ombra e ai flussi di vento, per sfruttare l’energia solare ed eolica.

Libero Annunci

Libero Shopping

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963