Whatsapp videochiamate di gruppo
APP

WhatsApp non funzionerà più su smartphone Android dal 2020

WhatsApp entro febbraio 2020 diventerà incompatibile con alcune versioni antiquate di Android, ecco quali sono e cosa dobbiamo fare se le utilizziamo

14 Giugno 2018 - Tempo 18 mesi e WhatsApp non funzionerà più su alcune versioni di Android. La notizia arriva direttamente dal blog ufficiale della piattaforma di messaggistica istantanea, che ha comunicato la propria intenzione di interrompere il supporto per una delle versioni più datate del sistema operativo del robottino verde. Così, dopo Android Eclair e Android Froyo, le prime due versioni del sistema operativo sviluppato da Google, dal 2020 WhatsApp non funzionerà più su Android Gingerbread.

Gli sviluppatori dell’applicazione fanno sapere che a partire dal 1 febbraio 2020 WhatsApp smetterà di funzionare su smartphone Android 2.3.7 e versioni precedenti di Gingerbread. Un blocco dovuto alle numerose nuove funzioni dell’applicazione di messaggistica di proprietà di Facebook che diventeranno incompatibili con il sistema operativo Gingerbread (che nel 2020 avrà compiuto già i 10 anni di vita). Al momento ad usare questo vecchio sistema operativo Google sono circa 3,9 milioni di smartphone in tutto il mondo.

WhatsApp dice addio a quasi 4 milioni di device Android

I device attivi con un sistema operativo mobile antiquato come Android Gingerbread sono circa lo 0,3% di tutti gli smartphone del robottino attualmente attivi. Può sembrare un numero molto piccolo se consideriamo che fino ad ora i device Android venduti superano 1,4 miliardi. Però si tratta comunque di una seccatura per tutti coloro che hanno uno smartphone con questa vecchia versione Android. Che devono fare dunque le persone che usano uno smartphone con OS Gingerbread? L’unica soluzione è quella di cambiare, o aggiornare se possibile, il telefono prima del 2020. Altrimenti WhatsApp da quella data sarà inutilizzabile.

In questi giorni intanto WhatsApp ha fatto sapere che anche su dispositivi mobili Apple a breve vedremo dei blocchi. L’app per la messaggistica istantanea dal 2 febbraio 2020 infatti interromperà il servizio su iPhone con iOS 7 e poi bloccherà anche la compatibilità con iPhone iOS 9. Si tratta di circa 10,7 milioni di iPhone, circa il 5% del totale. Anche in questo caso l’unica soluzione sarà aggiornare o cambiare il device se l’aggiornamento non fosse disponibile.

Contenuti sponsorizzati