Libero
TECH NEWS

Windows “Hudson Valley”: cosa sappiamo del nuovo sistema operativo

Windows “Hudson Valley”, il prossimo sistema operativo di Microsoft punterà tutto sulle funzioni basate sull’intelligenza artificiale. L’uscita è prevista nel 2024

windows 10 Fonte foto: charnsitr / Shutterstock

Nelle ultime settimane sono state moltissime le indiscrezioni sul futuro di Windows e sulle innovative funzionalità basate sull’intelligenza artificiale che Microsoft dovrebbe inserire all’interno del suo software.

A fare luce sulla questione c’ha pensato Windows Central, che poche ore fa ha condiviso alcune importanti indiscrezioni sulla prossima versione del celebre sistema operativo noto con il nome in codice “Hudson Valley”.

Windows “Hudson Valley”, le novità in arrivo

Come appena detto Microsoft punterà molto sull’intelligenza artificiale che, stando alle dichiarazioni di Windows Central, diventerà cruciale per il sistema operativo, grazie anche all’arrivo di nuovi e più potenti coprocessore neurali inseriti nei moderni processori.

E non è un caso, quindi, che questi nuovi componenti arriveranno in commercio su larga scala proprio a metà del prossimo anno e potrebbero anticipare l’uscita di della nuova versione di Windows e preparare i PC ad accogliere tutte le novità in programma.

Tra le funzioni che diventeranno predominanti, ci saranno quelle di Copilot, che potenzierà enormemente Windows e affiancherà l’utente nell’utilizzo del sistema operativo, aiutandolo nella gestione dei flussi di lavoro, nella produttività e in moltissime altre attività.

Sempre tramite Copilot, Microsoft ha immaginato una nuova organizzazione del PC e delle sue attività, con la possibilità di “chiamare” l’assistente vocale per cercare file e documenti all’interno del computer e, addirittura, nelle conversazioni via mail e sulle piattaforme di messaggistica.

In questo senso, le funzionalità AI dovrebbero aiutare l’utente a effettuare questa ricerca utilizzando il linguaggio naturale, così da rendere ancora più immediato il rapporto con il computer.

Chiaramente le innovazioni che riguardano l’assistente virtuale coinvolgeranno anche Microsoft 365, con la creazione un’apposita directory riservata alla produttività, che permetterà una gestione semplificata dei propri progetti.

Grazie all’AI, verranno integrate nel software anche delle impostazioni per le trascrizioni in tempo reale che dovrebbero essere in grado di lavorare su lingue diverse, amplificando il potenziale della funzione Live Caption.

Sempre tramite l’intelligenza artificiale il dispositivo sarà in grado di analizzare le immagini di sfondo, generandone versioni 3D personalizzate, da utilizzare appunto per realizzare wallpaper unici e sempre nuovi.

Infine, le ultime indiscrezioni parlano di “sostanziosi miglioramenti” alla gestione dei consumi del dispositivo con gli utenti che potranno regolare l’autonomia in base al proprio comparto hardware e impostare specifiche impostazioni per una modalità di ricarica più sostenibile, chiamata “Green Power”, ma in questo secondo caso non sono state fornite maggiori informazioni al riguardo.

Quando arriva la nuova versione di Windows

Secondo le indiscrezioni di Windows Central, Windows “Hudson Valley” dovrebbe arrivare ufficialmente sul mercato tra la fine dell’estate e l’autunno del 2024.

Chiaramente, viste le moltissime novità in programma, potrebbero non essere molti i vecchi PC compatibili con la nuova release e, probabilmente, le funzioni AI saranno esclusiva dei device più recenti con a bordo determinati coprocessore neurali, che garantiranno un utilizzo ottimale di queste caratteristiche.

Dopotutto, come già detto, questi nuovi componenti arriveranno in massa proprio il prossimo anno e potrebbero segnare un vero punto di svolta per Microsoft e per tutti i suoi utenti.