Libero
occhiali smart xiaomi mija Fonte foto: Xiaomi / Weibo
WEARABLE

Xiaomi lancia i suoi nuovi occhiali AR per la realtà aumentata

A circa un anno di distanza dalla presentazione del concept, il prototipo dei nuovi occhiali smart per la realtà aumentata di Xiaomi è già realtà

Xiaomi è indiscutibilmente una delle più grandi aziende cinesi produttrici di dispositivi elettronici a 360 gradi: sia tramite il brand principale che tramite tutte le altre realtà controllate sforna costantemente e a ritmi elevatissimi una pletora di nuovi dispositivi con cui punta a soddisfare le esigenze generali della propria clientela, mettendo a loro disposizione un intero ecosistema.

Oltre agli smartphone, punto forte della casa, sfornati tramite i brand Xiaomi, Redmi e Poco, l’azienda propone numerosi dispositivi indossabili, anche tramite la controllata Amazfit, ma il catalogo di Xiaomi comprende anche un’intera gamma di dispositivi pensati per la casa, dagli elettrodomestici alle stampanti, dai dispositivi per la cura della persona ai dispositivi intelligenti, e targati Mijia, marchio conosciuto per lo più in Cina e tramite il quale Xiaomi propone dispositivi dal rapporto qualità-prezzo davvero ottimo. Proprio Mijia è il marchio scelto da Xiaomi per lanciare sul mercato il primo paio di occhiali per la realtà aumentata dell’azienda.

Mijia Glasses Camera: caratteristiche tecniche

Xiaomi ha presentato la versione finale della propria Mijia Glasses Camera, un dispositivo indossabile pensato per la realtà aumentata (il primo dell’azienda) presentato sotto forma di concept meno di un anno fa e dotato di specifiche molto interessanti.

Si tratta di un dispositivo indossabile dal peso di 100 grammi, dotato di una piattaforma personalizzata a partire da uno Snapdragon serie 8 di Qualcomm e di un sistema a doppia fotocamera che include un sensore principale da 50 MP e un sensore per lo zoom ottico 5x da 8 MP (stabilizzato otticamente), rendendo il dispositivo capace di registrare fino a 100 minuti di video senza interruzioni.

Al chip Snapdragon sono affiancati 3 GB di memoria RAM, 32 GB di spazio di archiviazione e un processore di immagini (ISP) indipendente. Il display, presente sulle lenti, è un OLED a base di silicio prodotto da Sony e certificato dalla autorevole TUV Rheinland per la protezione contro la luce blu, capace di offrire una luminosità di picco di 3000 nits (1800 nits all’occhio), una densità di ben 3.281 pixel per pollice.

La batteria, che supporta la ricarica wireless a 10 W e si ricarica all’80% (da zero) in soli 30 minuti, è da 1.020 mAh. Fulcro centrale del progetto sono tutte le specifiche smart legate all’assistente intelligente di Xiaomi, chiamato XiaoAI e capace di portare negli occhiali smart la traduzione in tempo reale e tutte le potenzialità di cui dispone un assistente digitale moderno.

Mijia Glasses Camera: quanto costano

La nuova Mijia Glasses Camera è disponibile al preordine, tramite una piattaforma di crowdfunding interna all’azienda, al prezzo di lancio di 2.499 yuan (circa 363 euro al cambio attuale, escludendo le tasse di importazione che farebbero inevitabilmente lievitare il prezzo).

La scelta della via del crowdfunding da parte di Xiaomi sembra piuttosto sensata: in questo modo l’azienda raccoglie i preordini e avvia la produzione con gli introiti degli stessi preordini; una volta raggiunta una certa stabilità sulla linea produttiva, il prodotto uscirà dalla fase di crowdfunding e inizieranno le vendite classiche, si dice al prezzo di 2.699 yuan (circa 393 euro).

Non è tuttavia chiaro, anche se sembra molto difficile, se questo prodotto uscirà mai al di fuori dei confini cinesi; certo è, invece, che i principali player dell’elettronica di consumo sono sempre più attratti dai dispositivi dedicati alla realtà aumentata e alla realtà virtuale, anche in vista di un potenziale boom del metaverso.

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963