SMART EVOLUTION

Travis, il traduttore portatile istantaneo che conosce 80 lingue

Dotato di intelligenza artificiale, il traduttore istantaneo Travis non ha bisogno dello smartphone per funzionare. Sul mercato entro l'inverno

Quanto sarebbe bello se ognuno di noi fosse in grado di parlare molte lingue? Tanto. Potremmo viaggiare tranquillamente senza preoccuparci dell’idioma del posto. Pensate, poi, ai meeting di lavoro organizzati in paesi dove l’inglese non è la lingua parlata. Fantasia? Assolutamente no.

Una startup ha realizzato un dispositivo tascabile capace di tradurre simultaneamente, e in pochissimi secondi, più di ottanta lingue. Dimenticate per un momento le applicazioni e gli smartphone. Travis, questo il nome del wearable, è un traduttore tascabile che non necessita di integrarsi con nessun device mobile. Lo strumento hi-tech prodotto da Travis Translator, un’azienda con sede nella città olandese di Rotterdam, è dotato di una propria connessione 3G. Il traduttore tascabile può funzionare anche offline. In questo caso però il numero di lingue che Travis è in grado di tradurre scende a venti.

Come funziona Travis

Travis è dotato di un display touch, attraverso cui si potranno gestire e attivare le diverse lingue da tradurre. Ma l’aspetto più importante del dispositivo è l’insieme delle caratteristiche tecniche interne. Il traduttore è stato realizzato utilizzando l’intelligenza artificiale e il machine learning. Questo significa che, secondo quanto sostiene la startup, il traduttore tascabile è in grado di individuare e tradurre in perfetta autonomia le lingue parlate. E non è tutto. Il sistema di traduzione del device con il tempo potrà imparare a migliorarsi. La startup, inoltre, starebbe anche perfezionando una rete neurale con l’obiettivo di dare a Travis la capacità di capire accenti e slang.

Le caratteristiche tecniche di Travis

Dando un’occhiata alle altre specifiche tecniche, il dispositivo dell’azienda olandese gira con un processore quad-core, ha una batteria che può durare in stand-by fino a 7 giorni. Oltre alla connessione 3G, il dispositivo monta il supporto al Bluetooth e al Wi-Fi. Integra due microfoni direzionali, utili per la riduzione del rumore ambientale, degli speakers amplificati e il connettore per le cuffie.

Data e prezzo di uscita

La startup per finanziare il traduttore tascabile ha lanciato una campagna su Indiegogo, una delle principali piattaforme di crowdfunding. Travis Translator punta a consegnare il dispositivo entro la fine del 2017: tra giugno e luglio il traduttore sarà prima consegnato ai “backers”, ossia ai sostenitori economici, e poi in inverno arriverà sugli scaffali. Prezzo di partenza: 139 dollari (al cambio attuale, circa 130 euro).

 

Il video in apertura è tratto da YouTube

Alcuni video presenti in questa sezione sono stati presi da internet, quindi valutati di pubblico dominio. Se i soggetti presenti in questi video o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, basterà fare richiesta di rimozione inviando una mail a: team_video@libero.it. Provvederemo alla cancellazione del video nel minor tempo possibile.

Ti raccomandiamo