Libero
apple ios 15 privacy Fonte foto: Apple
APPLE

5 novità di iOS 15 che migliorano la privacy

Non saranno mai troppe le attenzioni nei confronti della privacy, che anno dopo anno è sempre più a rischio: ecco le migliori novità di iOS 15 per proteggere gli iPhone

iOS 15 è il l’ultima versione del sistema operativo mobile di Apple, disponibile da inizio settimana per tutti i possessori di iPhone (da 6s in poi). Apple lo aveva annunciato diversi mesi fa, e da quel momento sono state rilasciate diverse beta per favorire gli sviluppatori e ottimizzare il nuovo sistema, ma per averlo è stato necessario attendere la presentazione della gamma iPhone 13.

Adesso che iOS 15 è disponibile possiamo indagare in maniera migliore sulle novità che debuttano con il nuovo sistema operativo per gli iPhone e che sono state pensate per migliorare la privacy. Alcune di esse erano già state annunciate da Apple al momento della presentazione del progetto iOS 15, dunque diversi mesi fa, altre invece abbiamo potuto scoprirle solo mettendo le mani sul nuovo sistema. Apple negli anni si è spesa parecchio a tutela della privacy dei propri clienti, e con iOS 15 ha dato un’accelerazione alla sua politica di protezione dei dati. Ecco le cinque novità del nuovo sistema operativo di Apple che migliorano la privacy.

Stop ai tracker nelle email

Se nella precedente edizione del sistema operativo per iPhone, iOS 14, Apple ha provveduto a porre un freno al tracciamento delle app, quest’anno con iOS 15 la Mela offre lo stesso strumento ma per le email. Nei messaggi, specie quelli pubblicitari, vengono inseriti (e nascosti) spesso dei tracker, cioè dei codici di tracciamento che inviano al mittente informazioni sul destinatario.

iOS 15 migliora la privacy delle comunicazioni via email impedendo ai tracker (e quindi ai mittenti) di ottenere informazioni come l’indirizzo IP o di sapere quando l’utente apre un’email. La novità non è attiva di default: bisogna seguire il percorso Impostazioni > Mail > Protezione della privacy e attivare Proteggi le attività di Mail.

Conoscere le attività delle app

Il nome della novità con cui iOS 15 migliora la privacy è di per sé piuttosto esplicativo di ciò che fa. Il sistema operativo di iPhone osserva per una settimana il comportamento delle app annotando quante volte esse accedono a dati come la posizione o utilizzano i microfoni, e ci avverte quando app o siti web contattano domini Web, cioè siti remoti.

La funzione non è attiva di default. Per attivarla bisogna seguire il percorso Impostazioni > Privacy > Registra attività app.

Elaborazione su iPhone dei comandi vocali

Con iOS 15 il riconoscimento vocale praticato dagli algoritmi di Apple per estrapolare dalla voce i comandi da impartire a Siri avviene direttamente su iPhone.

Adesso molte richieste possono essere quindi processate senza una connessione Internet e vengono mandate ai server di Apple molte meno registrazioni dei nostri comandi vocali. La novità è attiva per impostazione predefinita.

Nascondere l’indirizzo IP

iOS 15 consente di nascondere il proprio indirizzo IP (che sul wWeb può essere visto come un equivalente dell’indirizzo di casa) a chi invece vuole tenere traccia dei nostri movimenti su Internet. Per nascondere l’indirizzo IP bisogna seguire il percorso Impostazioni > Safari > Nascondi indirizzo IP > Ai tracker.

Proteggere la navigazione con Private Relay

Relay privato è una delle novità di iOS 15 che permette di cifrare il traffico dati in uscita dal telefono. Apple garantisce che neppure lei è in grado di decifrare questi dati.

Relay privato è incluso con iCloud+, per cui chi paga un abbonamento allo spazio online di Apple può attivarlo senza costi aggiuntivi da Impostazioni > iCloud > Realy privato (beta).

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963