autorizzazioni app smartphone android Fonte foto: PixieMe / Shutterstock.com
ANDROID

Android, cinque autorizzazione da non dare per proteggere lo smartphone

La sicurezza del tuo smartphone Android è importante e puoi proteggerlo facendo attenzione alle autorizzazioni che concedi alle app installate

Ogni volta che scarichi una nuova app sul tuo smartphone Android le autorizzazioni che vengono concesse sono limitate per motivi di sicurezza. Anzi spesso quando apri l’app, ti chiederà di consentire o negare l’accesso ai tuoi contatti, alla posizione o altri dati sensibili per proteggere la tua privacy.

La necessità di negare di default l’autorizzazione alle app ad accedere al microfono, alla fotocamera o ai messaggi del tuo smartphone è molto utile, soprattutto per difenderti da quelle app illecite o che possono nascondere dei malware pronti a infettare il tuo dispositivo. Altre volte però le autorizzazioni sono necessarie per consentire all’app di svolgere le sue funzioni. Conoscere e scegliere consapevolmente quali autorizzazioni consentire e quale negare, può fare una enorme differenza per la tua sicurezza e sono cinque in particolare quelle a cui fare più attenzione.

Autorizzazioni da non dare: Accessibilità

L’accessibilità comprende una serie di funzionalità di Android che aiutano nella fruizione del sistema operativo e migliorano l’esperienza utente, soprattutto per quelle persone con disabilità, ad esempio ipovedenti. Per questo motivo, quando si autorizza un’app ad accedere ai dati relativi all’Accessibilità, potrà vedere tutto ciò che accade sullo schermo, effettuare modifiche e controllare qualsiasi funzione del dispositivo proprio come se a farlo fosse l’utente.

App che hanno bisogno di accedere all’Accessibilità sono ad esempio l’Assistente vocale, che esegue i comandi vocali o il telefono. Il rischio di concedere questa autorizzazione è che un malintenzionato, sfruttando ad esempio un malware, possa accedere alle app della tua banca, alle mail e ai messaggi. Per controllare quali app sono state autorizzate, vai su Impostazioni e verifica alla voce Accessibilità.

Amministratore del dispositivo: non autorizzare

Diventare amministratore del dispositivo è una funzione che consente l’accesso al tuo smartphone da remoto. L’accesso da remoto garantisce la possibilità di monitorare cosa fai con il tuo telefono, cambiare le password dell’account, bloccare lo schermo o anche eliminare i file. Questo tipo di autorizzazione potrebbe essere necessaria su uno smartphone fornito dall’azienda per lavoro, ma non è certo qualcosa da concedere a qualsiasi app che scarichiamo. Per controllare se sei a rischio vai su Impostazioni, poi App e notifiche, apri Accesso app speciale e seleziona App di amministrazione dispositivo.

Autorizzazioni da non dare: Installa app sconosciute

Alcune app possono chiedere il permesso di scaricare altre app in qualsiasi luogo, anche da store che non siano quello di Google Play. Quando si scarica un’app, bisogna fare molta attenzione che questa voce non sia autorizzata, perché il rischio è di ritrovarsi con un malware che scarica e installa app pronte a rubare i tuoi dati sensibili e violare la tua privacy.

Autorizzazioni da non dare: Mostra sopra altre app

Mostra sopra altre app è la funzione che consente a un’app di visualizzare finestre mentre le altre sono in esecuzione. Ad esempio, Facebook Messenger utilizza questa autorizzazione per mostrare l’icona della chat quando stai utilizzando un’altra applicazione. Il rischio nel concederla è ritrovarsi con fastidiosi banner pubblicitari indesiderati oppure con virus ransomware che bloccano l’accesso allo smartphone e chiedono un riscatto per tornare a utilizzarlo. Per evitare gravi conseguenze, è bene verificare quali tra le tue app scaricate abbiano ottenuto questa autorizzazione e puoi farlo andando su Impostazioni, poi App e Notifiche, App con accesso speciale e seleziona Mostra sopra altre app.

Autorizzazioni da non dare: leggere e inviare sms

Se un’app ti chiede l’autorizzazione per accedere agli sms, fai molta attenzione. Un’applicazione che contiene un malware e ha ottenuto il consenso potrebbe leggere i tuoi messaggi di testo, rubare i dati sensibili o della tua banca che arrivano via sms, o ancora inviare messaggi per sottoscrivere costosi servizi a pagamento a tua insaputa. Per controllare, segui il percorso Impostazioni, poi App e notifiche, Autorizzazioni app e SMS: vedrai tutte le applicazioni che vi hanno accesso e potrai subito disattivare quelle a rischio.

Autorizzazioni da non dare: fai attenzione

Android offre una serie di autorizzazione che va ben oltre le quattro che abbiamo elencato finora e un utente può controllare facilmente quelle concesse seguendo i percorsi descritti nei precedenti paragrafi. Dalle Impostazioni nella sezione App e notifiche potrai concedere o negare le autorizzazioni ai contatti, a vedere la tua posizione o nella sezione App con accesso speciale, potrai negare autorizzazioni a funzioni che non sapevi nemmeno di avere sul tuo smartphone Android. Il consiglio è quello di scegliere sempre con cautele le autorizzazioni da concedere a un’app quando la installiamo, ma soprattutto di eseguire un controllo periodico di quali autorizzazioni sono state concesse alle app scaricate e se qualche conto non torna, correre subito ai ripari per proteggere la tua sicurezza.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963