app apple Fonte foto: DenPhotos / Shutterstock.com
APPLE

Apple risolve il problema "Questa app non è più condivisa con te"

Molti utenti segnalano la presenza di molti aggiornamenti per le app sui loro smartphone: ecco a cosa è dovuto e perché bisogna farli

Sono bastate poche ore ad Apple per risolvere il problema del messaggio “Questa app non è più condivisa con te” che era apparso nei giorni precedenti sugli iPhone. La notizia arriva dai colleghi di MacRumors che hanno notato la presenza di un numero considerevole di aggiornamenti per le applicazioni sui loro dispositivi della mela morsicata. E nella maggior parte dei casi si tratta proprio della applicazioni che nei giorni precedenti avevano dato problemi: WhatsApp, Netflix, Speedtest, Spotify.

L’azienda di Cupertino non ha rilasciato comunicazioni ufficiali, ma il rilascio in contemporanea di un numero così considerevole di aggiornamento fa pensare che sia una patch che risolve il bug che ha colpito diversi utenti. Ma cosa era successo di preciso? Su alcuni iPhone e iPad, dallo scorso fine settimana, era iniziato ad apparire un avviso particolare quando si aprivano alcune applicazioni: “Questa applicazione non è più condivisa con te. Per usarla, vai su App Store e acquistala”. Messaggio che non permetteva in alcun modo di aprire l’app e l’utente era obbligato a cancellarla e a re-installarla da zero.

“Questa app non è più condivisa con te”, arriva la soluzione

I colleghi di MacRumors segnalano che da domenica pomeriggio l’App Store segnala decine e decine di applicazioni da aggiornare, un fatto piuttosto insolito. Secondo i giornalisti del sito statunitense il motivo sarebbe molto semplice: una patch che risolve il bug apparso negli ultimi giorni e che mostra sullo schermo degli utenti il seguente messaggio: “Questa applicazione non è più condivisa con te. Per usarla, vai su App Store e acquistala”. Messaggio che impedisce l’apertura e l’uso delle app.

Leggendo i commenti degli utenti, sono in molti ad aver ricevuto così tanti aggiornamenti per le app tutti insieme. Negli aggiornamenti potrebbero essere presenti dei nuovi certificati che permettono il corretto utilizzo delle app e la condivisione delle credenziali all’interno del gruppo gamiglia. Infatti, secondo molti, il problema era legato alla funzione In Famiglia presente sui dispositivi Apple e che permette di condividere un servizio a pagamento con i membri del proprio nucleo familiare. Vedremo se il messaggio continuerà ad apparire anche dopo aver fatto l’aggiornamento.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963