Libero
TV PLAY

Arriva ACAB la serie: di cosa si tratta

Basata sul libro di Carlo Bonini, da cui è già stato tratto il film omonimo, questa serie tv italiana arriverà prossimamente su Netflix

ACAB la serie Fonte foto: Marco Ghidelli/Netflix

C’è la violenza urbana e di chi indossa la divisa al centro di A.C.A.B. – La serie, progetto seriale in sei episodi recentemente annunciato da Netflix e tratto dal libro ACAB di Carlo Bonini, pubblicato da Giulio Einaudi Editore. Prodotto da Cattleya, parte di ITV Studios, la serie è diretta da Michele Alhaique. Tra i produttori esecutivi c’è invece Stefano Sollima, che nel 2012 ha diretto il film ACAB – All Cops Are Bastards, anche quello tratto dal libro di Bonini e prodotto da Cattleya con RAI Cinema.

ACAB, il libro da cui è tratta la serie

Il libro ACAB di Carlo Bonini è frutto di una lunga inchiesta sul campo e ripercorre alcuni episodi di violenza urbana avvenuti in Italia, come l’assalto militare degli ultras a una caserma di Roma e gli scontri della discarica di Pianura.

La narrazione si concentra su tre agenti della Celere – Michelangelo, Drag e «lo Sciatto» – che, cresciuti nel culto della destra fascista, percorrono una sconcertante parabola di violenza. La Celere è il reparto addestrato per il pronto intervento antisommossa che viene solitamente mobilitato in caso di manifestazioni, eventi sportivi, eccetera.

Di cosa parla ACAB – La Serie

Ripercorrendo le vicende del libro, e adattando per il piccolo schermo la storia già ripresa nel film omonimo, ACAB – La Serie inizia con il grave ferimento del capo della squadra del Reparto Mobile di Roma composta da Mazinga, Marta e Salvatore.

Questa squadra, affiatata come una tribù, ha da tempo imparato a rispondere ai disordini urbani con metodi al limite e ora deve fare i conti con l’arrivo di un nuovo comandante, Michele, che è di idee diverse: figlio della polizia riformista, per lui la squadra che si trova a dirigere è il simbolo della vecchia scuola che dovrebbe essere completamente riformata. Intanto, una nuova ondata di malcontento dei cittadini verso le istituzioni rende la situazione nelle strade ancora più infuocata.

Il cast di ACAB – La serie

Nel cast di ACAB – La serie ci sono Marco Giallini (che interpreta l’agente soprannominato Mazinga), Adriano Giannini (nei panni di Michele, il nuovo comandante), Valentina Bellè (Marta), Pierluigi Gigante (Salvatore) e Fabrizio Nardi.

La serie è ideata da Carlo Bonini, già autore del libro omonimo, insieme a Filippo Gravino. Gravino e Bonini si sono anche occupati della scrittura con Elisa Dondi, Luca Giordano e Bernardo Pellegrini, con lo story editing di Filippo Gravino.

Cosa vuol dire ACAB

Il titolo della serie (ma anche del film e del libro) riprende lo slogan del movimento skinhead: diffusosi nel Regno Unito negli anni Settanta, era usato per manifestare ostilità contro le forze dell’ordine. ACAB è infatti l’acronimo di All Cops Are Bastards, che letteralmente vuol dire “tutti i poliziotti sono bastardi”.

ACAB – La serie in streaming

ACAB – La serie arriverà prossimamente in streaming su Netflix.