Carta Hype Fonte foto: ufficio stampa Hype
HOW TO

Carta Hype: cos'è, come funziona, costi, dove ricaricare

Hype è la risposta italiana alle fintech internazionali. Mette a disposizione degli utenti una carta Mastercard e consente di pagare online o con bancomat

Il settore delle carte conto “smart” non parla solamente inglese o tedesco. Anche l’Italia fa la sua parte, con uno dei prodotti più apprezzati e innovativi. La carta conto Hype, ad esempio, conta più di un milione di utenti, può essere utilizzata anche da utenti con meno di 18 anni (ma, comunque, più di 12 anni e con l’autorizzazione di un genitore) ed è gestibile completamente dallo smartphone.

Insomma, a livello di funzionalità e di strumenti, Hype ha ben poco da invidiare alle realtà più conosciute del panorama internazionale. Vediamo insieme quali sono i punti di forza della startup fintech italiana, i servizi offerti agli utenti e quanto costa Hype.

Che cos’è Hype

Hype è la carta conto italiana sviluppata dalla biellese Banca Sella all’interno del suo SELLALAB, polo d’innovazione e acceleratore d’impresa. Hype nasce con l’obiettivo di portare anche nel nostro Paese una banca “leggera e digitale”, un prodotto rivolto ai giovani e accessibile principalmente da smartphone o computer (anche se non manca la possibilità di ricaricare la carta Hype in contanti).

A differenza di altri prodotti simili – come le carte prepagate ricaricabili, ad esempio – Hype è un prodotto avanzato. Chi lo sottoscrive avrà a disposizione un conto corrente con IBAN italiano, una carta di debito Mastercard (per pagamenti online, tramite POS e prelievi Bancomat) e decine di funzionalità accessibili dall’app per sistemi Android e iPhone. Tra questi non manca un programma di cashback, che premia gli utenti che effettuano acquisti presso punti vendita convenzionati.

Vediamo in dettaglio come usare Hype, le funzionalità offerte dall’app e quali sono i costi della carta Hype.

Come funzione Hype

Per capire come usare Hype si dovrà comprendere, prima di tutto, come funziona l’app Hype e quali funzionalità sono accessibili dallo smartphone e dalla piattaforma web. A differenza di molti altri conti correnti gratis online, infatty, Hype può essere gestito anche attraverso un computer e un normale browser: una funzionalità da non dare per scontata e che, per alcuni versi, avvicina Hype non solo ai più giovani, ma anche a utenti che hanno meno familiarità con lo smartphone.

L’app, comunque, è caratterizzata da una interfaccia intuitiva e semplice da utilizzare. Divisa in cinque sezioni, consente sia di gestire il conto corrente, di fare pagamenti online e controllare lo “stato” della carta di debito collegata al conto Hype. Una volta effettuato il login l’utente accede alla sezione Home, dalla quale può controllare l’andamento delle spese, la lista dei movimenti e trovare una prima scorciatoia per trasferire denaro sul suo conto Hype (l’icona “+” nella parte alta della schermata). Pigiando su ogni singola voce della lista movimenti sarà possibile ricevere maggiori dettagli sulla “ricarica” ricevuta o sul pagamento effettuato e, in caso, decidere di dividerlo con altri amici che hanno attivo il conto Hype.

La seconda sezione accessibile dall’app è quella dei Risparmi. Da qui è possibile creare degli obiettivi di risparmio (mobili nuovi, vacanze estive, auto nuova, assicurazione, o qualunque altra cosa ci passi per la testa) e “automatizzarli”: si potrà infatti impostare una cifra da risparmiare, una data entro la quale raggiungere l’obiettivo e stabilire una soglia di partenza, nel caso avessimo già messo da parte dei soldi. Da quel momento in avanti, Hype trasferirà una somma ogni giorno dal conto principale verso l’obiettivo, fino a quando non si sarà raggiunta la cifra desiderata. In questo modo non ci sarà bisogno di impostare sveglie o appuntamenti sul calendario: sarà la stessa piattaforma a trasferire soldi dal nostro conto al “salvadanaio” virtuale, permettendoci così di risparmiare del denaro giorno dopo giorno.

La terza sezione è quella dei Pagamenti, utile sia per inviare denaro, sia per richiederlo ad altri utenti Hype. Nella parte alta della schermata, infatti, si trova la sezione “Scambia denaro”, grazie alla quale sarà possibile inviare istantaneamente del denaro ad altri “Hypers”, sia richiederli. Nella parte inferiore, invece, si trova la sezione “Pagamenti” vera e propria. Grazie all’app Hype si potranno pagare bollettini postali senza uscire di casa, effettuare bonifici bancari o pagare il conto presso negozi fisici convenzionati. Sarà sufficiente pigiare su “Paga in negozio” e, grazie alla geolocalizzazione, individuare quali sono gli esercenti che accettano pagamenti attraverso Hype.

La quarta sezione è dedicata alla gestione della carta Hype (ma ne parleremo approfonditamente nel prossimo paragrafo), mentre l’ultima sezione (se così si può dire) è quella del Menu. Da qui si potrà fare l’upgrade dal conto gratis a quello a pagamento, accedere alla sezione Aiuto e la scorciatoia per invitare gli amici ad aprire un conto Hype. Sempre dal Menu sarà possibile attivare un’assicurazione per smartphone o per il proprio veicolo, visualizzare gli esercenti convenzionati con il programma Cashback e ricaricare un numero di cellulare.

Carta Hype

Qualche giorno dopo aver fatto l’iscrizione a Hype, si riceverà a casa una carta ricariabile Mastercard, direttamente collegata al conto. In termini tecnici, si tratta di una carta di debito, che consente all’utente di effettuare pagamenti online e in negozi fisici aderenti al circuito Mastercard e fare prelievi, in Italia e all’estero, da qualunque sportello Mastercard.

Per gestire la carta, come già accennato, l’utente può fare affidamento sull’apposita sezione presente nell’app e nel portale web. Nella parte alta della schermata è possibile visualizzare una versione “virtuale” della carta, dalla quale ricavare i dati della carta stessa (come il codice di 16 cifre, la scadenza e il CCV) e scegliere se disattivarla totalmente o solo alcune sue funzioni (come gli acquisti online, acquisti in negozio o i prelievi ATM). A differenza di altri operatori, Hype non consente di personalizzare il codice PIN della carta o di modificarlo a piacimento. Allo stesso tempo, però, dall’app è possibile vedere il PIN della carta ogni volta che si vuole, senza grossi problemi.

Costi Hype

Hype consente di attivare una carta conto con IBAN italiano gratis. Ma non è l’unica possibilità a disposizione dell’utente: chi ha necessità di funzionalità più avanzate o di massimali di spesa più elevati. I piani di Hype, incluso quello gratuito, sono tre: Start, Plus e Premium. Vediamo quali sono le caratteristiche e i prezzi mensili.

  • Caratteristiche Hype Start. Non prevede alcun costo di gestione e mette a disposizione degli utenti tutte le funzionalità base di un normale conto corrente. Grazie alla carta si potrà prelevare da qualunque bancomat in Italia e all’estero o fare pagamenti online o nei negozi che accettano carte Mastercard. Può essere utilizzata anche come metodo di pagamento all’interno di Google Pay ed Apple Pay e consente di fare bonifici gratuiti senza limiti. I massimali di ricarica e pagamento non sono elevatissimi (fino a 1.000 euro di prelievi bancomat e per bonifici), ma il più grande limite riguarda la ricarica annuale. Con il profilo Start, infatti, non si potranno trasferire più di 2.500 euro sul proprio conto nel corso dell’anno solare
  • Caratteristiche Hype Plus. Costa 1 euro al mese e, oltre a elevare i vari limiti di ricarica e pagamento (il prelievo massimo mensile resta di 1.000 euro, mentre il trasferimento massimo con singola operazione viene portato a 4.999 euro, con il saldo massimo che arriva a 20.000 euro), porta a 50.000 euro il limite massimo di ricarica annuale. Con il profilo Plus è possibile accedere anche alla piattaforma gestionale via web e farsi accreditare lo stipendio
  • Caratteristiche Hype Premium. Costa 9,90 euro al mese (118,8 euro ogni anno) ed elimina la gran parte dei limiti presenti negli altri profili (o, comunque, eleva di molto i massimali). Il conto Hype Premium non ha limiti di ricarica annuale, non prevede costi di gestione per la gran parte delle operazioni (bonifici effettuati, prelievi anche in valuta estera), massimali di prelievo bancomat portati a 10.000 euro mensili. A questo si aggiunge la polizza viaggi, futi ATM, protezione acquisti e assistenza prioritaria

I costi Hype non sono limitati alla sola “gestione” della carta e del conto. Ovviamente, ci sono alcune commissioni da pagare in caso di operazioni particolari, o che richiedono una gestione amministrativa.

  • Costi Hype Start. Chi ha un conto gratis dovrà pagare 0,90 centesimi per ogni ricarica da carta di credito o debito e 2,50 euro per ricarica in contanti. Per il prelievo in valuta esterà si dovrà pagare il 3% di commissione, mentre il tasso adottato è quello del circuito Mastercard. Il pagamento dei bollettini ha un costo che varia da 1 a 2,5 euro, a seconda della tipologia di bollettino (in bianco, premarcato, MAV e RAV)
  • Costi Hype Plus. Il conto “intermedio” elimina i costi diricarica da altra carta mentre abbassa a 2 euro i costi per la ricarica in contanti. Il costo dei bollettini va da 1 euro a un massimo di 2 euro. La commissione per i prelievi in valuta estera, invece, resta sempre al 3%
  • Costi Hype Premium. Il conto Premium elimina tutte le commissioni previste dagli altri piani. Resta solamente la commissione da 1,6 euro per le ricariche in contanti, mentre spariscono i costi per il pagamento dei bollettini e la commissione del 3% per i prelievi in valuta estera

Dove ricaricare Hype

Trattandosi di una carta conto con IBAN, Hype può essere “ricaricata” con un bonifico: a seconda dell’istituto di credito di provenienza, sarà possibile fare bonifici istantanei, che verranno accreditati nel giro di una manciata di secondi. E’ poi possibile ricaricare Hype gratis da un altro conto Hype, chiedendo i soldi a uno dei propri contatti dall’interno dell’applicazione stessa. In alternativa, sempre dall’interno dell’app, è possibile ricaricare la carta Hype da un’altra carta di credito o debito collegata al proprio conto.

In alternativa, si può ricaricare Hype in contanti presso diversi punti vendita o sportelli. In particolare, si possono sfruttare:

  • Sportelli Banca Sella;
  • Punti vendita convenzionati Banca 5;
  • Punti vendita PAM e Penny Market;
  • Bancomat ATM del circuito QuiMultiBanca utilizzando un altro bancomat.

Come detto, la ricarica Hype in contanti prevede delle commissioni (più o meno alte a seconda del conto attivato) derivanti dai costi amministrativi e di gestione.

Codice promo Hype

Al momento dell’iscrizione a Hype, l’utente può inserire un codice promo Hype che consente di avere un bonus d’ingresso a seconda della tipologia di conto che si è aperto. Aprendo Hype Start il codice promo dà diritto a un bonus di 10 euro; se si inserisce il codice promo Hyper per il conto Plus, il bonus d’ingresso sarà di 15 euro.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963