smartwatch-ibrido Fonte foto: Shutterstock
SMART EVOLUTION

Che cosa sono gli smartwatch ibridi

Oltre agli orologi classici e agli smartwatch esistono anche quelli ibridi. Vediamo come funzionano e quale conviene scegliere in base alle nostre esigenze

Negli ultimi tempi abbiamo imparato a distinguere gli orologi “classici” dagli smartwatch. Meno famosi sono invece gli orologi ibridi. Sono una particolare tipologia di smartwatch lanciata dalle grandi aziende di orologeria negli ultimi anni: esternamente sembrano dei normali orologi, ma all’interno nascondono un cuore tecnologico.

Solitamente hanno uno quadrante analogico, come gli orologi che portiamo tutti i giorni (anche se sono stati realizzati alcuni smartwatch ibridi con schermo touch), ma nella cassa presentano dei sensori che monitorano il numero di passi, le calorie bruciate e la distanza percorsa. Inoltre, come i fitness tracker, offrono la possibilità di impostare una sveglia per il mattino. Per controllare i dati raccolti dallo smartwatch ibrido e cambiare alcune impostazioni del dispositivo, è possibile utilizzare l’applicazione disponibile per smartphone e tablet. Gli orologi ibridi sono la soluzione ideale per coloro che vogliono abbracciare la tecnologia, ma con un occhio di riguardo al design.

Come funzionano gli smartwatch ibridi

Per collegare l’orologio ibrido con lo smartphone è necessario utilizzare il Bluetooth. Dall’applicazione, oltre a monitorare i dati, è possibile impostare il funzionamento dei pulsanti presenti sull’orologio. Con i classici bottoni presenti sulla cassa dello smartwatch, l’utente potrà cambiare la musica che sta ascoltando con lo smartphone e interagire con le notifiche di WhatsApp o delle piattaforme social. Solitamente, la batteria di uno smartwatch ibrido dura dai sei mesi ai due anni.

Quale smartwatch ibrido comprare

Non sono molti gli orologi ibridi presenti sul mercato. Le aziende che hanno investito in questo nuovo settore non poche e i dispositivi sono simili tra di loro. Le funzionalità offerte sono pressoché identiche (monitoraggio dell’attività fisica, gestione delle notifiche e della musica), l’unica cosa che cambia è il design  e il prezzo. Come succede per tutti i dispositivi, esistono diverse fasce di prezzo: si va dai più economici che costano circa 200 euro, fino ad arrivare a cifre molto elevate. La scelta perfetta non esiste, tutto dipende dal budget a disposizione e dai propri gusti.

Le differenze con gli smartwatch

La differenza principale con gli smartwatch risiede nelle applicazioni. Mentre negli smartwatch “veri” (l’Apple Watch per intenderci), è possibile scaricare delle applicazioni dallo store online e interagire con loro, negli smartwatch ibridi non è possibile installare nessuna app. Non sono stati creati per dare l’opportunità alla persona di interagire con il dispositivo, ma offrono solamente delle funzionalità aggiuntive rispetto ai normali orologi che portiamo al polso.

Contenuti sponsorizzati