modem router Fonte foto: Shutterstock
TECH NEWS

Che differenza c'è tra modem e router

Modem e router vengono spesso confusi, ma si tratta in realtà di due dispositivi differenti. Ecco quali sono le caratteristiche di ognuno

Tutti oggi usiamo un modem per accedere a Internet da casa. Anzi no: usiamo un router. Anzi no: usiamo un modem router. La confusione che ruota intorno a questi due termini, che effettivamente identificano due dispositivi diversi tra loro, è ormai talmente alta che la maggior parte di noi li usa senza distinzioni.

Router e modem, quindi, per molti sono oggi sinonimi e in parte è vero: la totalità dei modem installati nelle nostre case dagli Internet Service Provider, cioè da chi ci fornisce la connessione ADSL o in fibra, è effettivamente un modem router. Anche molti tecnici del settore, per questo, usano i due termini con poca precisione perché, in fin dei conti, se chiami quel device router o modem non sbagli né nel primo né nel secondo dei casi. La differenza, però, c’è ed è importante conoscerla perché ogni modem router presente oggi sul mercato ha caratteristiche diverse: sia nella sua parte modem, sia nella sua parte router.

Cosa è un modem

Il termine modem è l’abbreviazione di “modulator-demodulator“. Un modem è il dispositivo che serve per connettersi via doppino telefonico, fibra o onde radio ad un Internet Service Provider. È, in pratica, la porta d’ingresso di Internet a casa nostra. Senza un modem non possiamo connetterci. Ma non tutti i modem sono uguali, perché non tutte le tecnologie di trasmissione su cui viene veicolata Internet lo sono.

C’è l’ADSL, che viaggia ancora su doppino telefonico. C’è la fibra misto rame (FTTC: Fiber to the Cabinet). C’è la fibra pura che arriva fino a casa (FTTH: Fiber to the Home). Ognuna di queste tecnologie richiede un modem diverso e, per questo, a volte quando facciamo un upgrade della connessione (anche se manteniamo lo stesso ISP) ci viene mandato a casa un nuovo modem. Molti modem “liberi, cioè quelli che possiamo comprare noi stessi online o presso i negozi di elettronica, sono in grado di gestire più tipi diversi di connessione.

Cosa è un router

Il termine router deriva dal verbo inglese “to route“, cioè instradare. E, infatti, il router non fa altro che instradare la connessione verso altri dispositivi. Il router, quindi, è il dispositivo necessario a creare una rete interna alla casa, o cablata o Wi-Fi, per far collegare tra loro tutti i dispositivi. Nel caso di un modem router, poi, i due dispositivi lavorano a braccetto e sono ospitati sulla stessa scheda elettronica, all’interno della stessa scatoletta di plastica. Il modem riceve la connessione a Internet, il router la “instrada” a tutti i dispositivi della casa. Anche in questo caso ci sono differenze tra un router e l’altro, soprattutto nel numero di porte Ethernet disponibili e nella loro velocità (due parametri fondamentali per creare una rete cablata, ad esempio in ufficio) ma anche nel numero di antenne e negli standard Wi-Fi supportati (fondamentali, invece, per creare una rete wireless).

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963