HOW TO

Come usare Telegram sulla Smart TV

Telegram è un'app di messaggistica istantanea in rampa di lancio: compatibile anche con le smart TV, torna utile pure per tenersi aggiornati sulle serie TV

Telegram è un’app gratuita di messaggistica istantanea molto diffusa, probabilmente in occidente rappresenta l’unico rivale temibile per WhatsApp insieme a Messenger, che però rivale non è perché è sempre del gruppo Facebook. Telegram nasce in Russia da un’idea di Pavel Durov nel 2013, ma le sono bastati pochissimi anni per diventare famosa e oggi è una delle app più usate al mondo.

I motivi, per chi la utilizza già, sono noti: garantisce un notevole livello di privacy e di sicurezza, consente l’utilizzo dei bot ossia dei software capaci di automatizzare alcune operazioni, e può essere utilizzata da qualsiasi piattaforma diffusa, quindi smartphone, tablet, macchine Windows o Mac, e persino smart TV. Grazie alle sue qualità si sono sviluppati in brevissimo tempo molti servizi, tra cui gruppi numerosi in cui parlare liberamente senza timori per la privacy, ed i canali, tramite cui il creatore del canale stesso può condividere informazioni, news o link, direttamente agli iscritti. Così ad esempio ci si possono scambiare anteprime, trailer, dettagli, speculazioni eccetera su molti contenuti, tra cui film, serie TV. Nei canali Telegram è possibile ad esempio trovare moltissime informazioni sugli ultimi episodi delle proprie serie preferite, nei gruppi è possibile discuterne tutti insieme. Perché non usare, quindi, Telegram direttamente sulla TV? Ecco come si fa.

Opzione 1: l’app di Telegram su smart TV

Il metodo più efficace, comodo e sicuro in assoluto per usare Telegram sulla Smart TV è quello di ricorrere all’applicazione ufficiale, ma non sempre ciò è possibile perché l’app ufficiale per il sistema operativo che utilizzato sulla TV potrebbe non essere disponibile.

L’app di Telegram è disponibile per televisori con sistema operativo Android TV e per i set top box con sistema operativo Android e, quindi, bisogna passare dal Play Store, per cui non è possibile ottenerla su tutti quei TV che non hanno il Play Store. Dove c’è, invece, basta aprire l’app, digitare Telegram nella barra di ricerca e premere Installa in corrispondenza dell’app.

La configurazione iniziale è altrettanto semplice: basta inserire il proprio numero di telefono, attendere il codice di conferma e inserirlo nella schermata apposita sulla smart TV. Da quel momento usare Telegram sulla Smart TV sarà come usarlo sul PC: le chat e tutte le informazioni saranno sincronizzate automaticamente con quelle presenti sul telefono.

Quindi se scriveremo qualcosa sull’app di Telegram per lo smartphone, quasi subito la vedremo comparire anche in TV.

Opzione 2: mirroring di Telegram su smart TV

L’opzione numero due in realtà, vista la mancanza dell’app di Telegram per altri sistemi operativi (come Tizen OS dei TV Samsung, o Web OS dei TV LG), è quella che va per la maggiore: il mirroring dello schermo, ossia la trasmissione senza fili al televisore di quanto visualizzato sullo schermo dello smartphone, del tablet, del PC o del dispositivo in cui si utilizza Telegram.

La maggior parte delle smart TV consentono nativamente di effettuare il mirroring, ad esempio attraverso la tecnologia Miracast. La procedura dipende dal modello, ma in genere la si trova nelle impostazioni della smart TV ed i passaggi non sono complicati.

L’alternativa è il passaggio da una TV stick come Amazon Fire TV Stick o Google Chromecast. Sulla Fire TV Stick il mirroring è semplice: su smartphone/tablet Android basta andare sulle impostazioni e cercare la duplicazione dello schermo, selezionando poi dall’elenco Amazon Fire TV Stick; su iPhone e iPad basta aprire il Centro di controllo, toccare il pulsante Duplica schermo e selezionare anche qui Amazon Fire TV Stick dall’elenco.

Su Chromecast bisogna invece passare dall’app (gratuita) Google Home, dalla quale bisogna selezionare la voce Trasmetti schermo. Fa eccezione la recente Chromecast 4K con Android TV, nella quale è integrato il Play Store, dunque si possono seguire i passaggi del paragrafo precedente.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963