Libero
serie tv autunno Fonte foto: Shutterstock
TV PLAY

È meglio il film o il libro? 5 casi molto dibattuti

Non è sempre facile decidere se sia meglio il romanzo o la trasposizione cinematografica. Questi titoli lo dimostrano!

«Bello, ma è meglio il libro». Quante volte capita di sentire pronunciare questa frase dopo la visione di un film o di una serie tratte, appunto, dalle pagine di un romanzo? Se sia più apprezzabile il prodotto originale o la trasposizione sul piccolo o grande schermo sembra un dibattito infinito.

O meglio, in alcuni casi sembra esserci una certa unanimità nella sentenza finale, perché il libro restituisce maggiori complessità e dettagli sulla trama e i personaggi. In altri, invece, le fazioni "pro libro" e "pro film" (o serie tv) sembrano destinate a non incontrarsi mai. Accade soprattutto con i titoli più celebri, a tal punto che a volte la notorietà della trasposizione cinematografica supera quella del romanzo che ha fatto da ispirazione per la sceneggiatura. Sono in genere queste le situazioni che generano maggior dibattito. A seguire elenchiamo cinque dei casi più rappresentativi.

Harry Potter

Quando si parla di Harry Potter, gli animi si scaldano subito. I film sono molto suggestivi e gli attori che hanno prestato il volto ai personaggi sono risultati così ben azzeccati da aver ormai invaso l’immaginario comune. Chi, richiamano alla mente il giovane mago con la cicatrice a forma di saetta, non visualizza subito Daniel Radcliffe?

I romanzi di J.K. Rowling, d’altra parte, rispetto ai film sono molto più approfonditi e ricchi di sottotrame, descrizioni e dettagli magici e storici. Impossibile rendere questa complessità in una pellicola!

Il diavolo veste Prada

Tutti conoscono il film e pochi il libro omonimo, pubblicato nel 2003 (tre anni prima dell’uscita al cinema della pellicola) e scritto da Lauren Weisberger. In questo caso, chi conosce entrambe le versioni della storia fa notare che nel film Il diavolo veste Prada la profondità psicologica dei personaggi è meglio tratteggiata e più credibile.

Fight Club

L’iconico film del 1999 diretto da David Fincher è basato sull’omonimo libro del 1996 di Chuck Palahniuk, celebre e prolifico scrittore statunitense. È uno scontro tra titani: il romanzo è intenso e visionario, ma anche il film riporta fedelmente la storia con, tra l’altro, qualche aggiunta ben riuscita.

Jumanji

Non tutti lo sanno, ma anche il famoso film Jumanji, diretto da Joe Johnston, è tratto da un omonimo libro del 1981 di Chris Van Allsburg. In questo caso è difficile scegliere tra testo e adattamento cinematografico, perché si tratta di prodotti davvero diversi.

Il libro è un albo illustrato per bambini. Il film invece, sebbene sia stato una pietra miliare per l’infanzia di molti, è piacevole e avvincente anche per un pubblico adulto e non disdegna momenti di tensione o spaventosi.

The Shining

Da una parte il capolavoro cinematografico di Stanley Kubrick (uscito nel 1980), dall’altra quello letterario di Stephen King (pubblicato nel 1977). I due prodotti presentano varie differenze: nel libro, ad esempio, c’è grande attenzione per l’aspetto sovrannaturale e misterioso, che nel film viene invece è tralasciato. Entrambi, però – almeno a giudicare dal successo che hanno anche a distanza di decenni – sono decisamente riusciti.

TAG:

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963