Libero
APP

Che cos'è la nuova "multiricerca" di Google basata sull'AI

La ricerca su Google diventa ancora più potente grazie all'intelligenza artificiale integrata nell'app di Google Lens: ora è possibile cercare qualcosa partendo da una foto e un testo contemporaneamente

Lo shopping online è una delle attività principali di chi naviga in Internet. Solo su Google si fanno ogni giorno più di un miliardo di ricerche relative agli acquisti. Ma tutti abbiamo sperimentato che a volte le parole, o più esattamente le keyword o parole chiave, non bastano per ottenere le risposte giuste. Infatti, secondo una ricerca di Google, la metà degli acquirenti afferma che non è riuscita a trovare un capo di abbigliamento o un mobile specifico online dopo aver cercato di descriverlo solo a parole e che il 66% degli acquirenti desiderava trovare un articolo con un colore o una stampa diversi.

In questa direzione, ossia nell’aiutare gli utenti a trovare ciò che cercano in maniera precisa e veloce, va il nuovo sistema di ricerca multipla in Google Lens (qui vi spieghiamo esattamente che cosa è Google Lens e le sue enormi potenzialità) che consente di utilizzare contemporaneamente testo, immagini e ricerca vocale: semplicemente ponendo domande su ciò che vediamo. Per ora questa nuova funzionalità è in modalità beta, ossia in fase di test ma solamente negli Stati Uniti e richiede che si abbia a disposizione l’app Google Lens e una fotocamera. Con questi requisiti si possono usare per la ricerca un testo, la voce o delle immagini, anche contemporaneamente mischiando più strumenti. Il tutto sotto la regia dell’Intelligenza Artificiale.

Come funziona la multiricerca su Google Lens

Le domande sono alla base delle richieste che facciamo a un motore di ricerca. Ma come dicevamo non sempre le parole sono sufficienti: a volte abbiamo bisogno di descrivere uno stile o un arredamento, ad esempio.

Per iniziare, si apre l’app Google Lens su Android o iOS, si fa tap sull’icona della fotocamera dell’obiettivo, e cerchiamo uno degli screenshot che abbiamo in memoria, oppure scattiamo una foto dell’oggetto che ci interessa scoprire. Poi, lo aggiungiamo facendo tap "+ Aggiungi alla tua ricerca". Ora possiamo aggiungere anche del testo per completare la domanda.

Con la ricerca multipla, quindi, è possibile perfezionare la ricerca per colore, marca o attributo visivo. Ad esempio: se abbiamo una foto di un vestito arancione, possiamo aggiungere all’immagine in Google Lens, grazie alla ricerca multipla, anche la parola "Verde" per trovale lo stesso vestito in un altro colore.

Oppure, possiamo scattare una foto alla nostra piantina di rosmarino e aggiungere il testo: "come coltivare" per ottenere risposte specifiche a come far crescere quella determinata pianta.

Google e la ricerca con Intelligenza Artificiale

Questo nuovo tipo di ricerca è reso possibile grazie all’impiego dell’Intelligenza Artificiale, che sta rendendo più facile alle macchine comprendere il mondo reale che circonda gli utenti.

Le ricerche di Google e i test sulla ricerca multipla su Google Lens hanno in comune lo sviluppo dell’algoritmo basato su Intelligenza Artificiale MUM, Multitask Unified Model, ossia modello unificato di operazioni svolte contemporaneamente pensato per migliorare i risultati per tutte le domande che ci vengono in mente.

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963