Libero
Un ragazzo usa un visore VR Fonte foto: Shutterstock
APPLE

Il visore di Apple costerà tantissimo

Secondo le ultime indiscrezioni, il visore per la realtà mista di Apple dovrebbe fare il suo debutto entro l’anno ad un prezzo che per molti sembrerà esagerato

Trapelano in rete nuove informazioni sul famigerato visore per la realtà mista (“mixed reality": un mix tra realtà virtuale e realtà aumentata) che Apple si starebbe accingendo a lanciare entro l’anno. In particolare, ci si starebbe allontanando dall’idea di un dispositivo per il metaverso, recentemente perseguita da Meta Platforms con l’avvio del cosiddetto Project Cambria.

Infatti, secondo quanto riferisce Mark Gurman di Bloomperg nella sua rubrica settimanale PowerOn, il dispositivo sarebbe dedicato completamente ad altri scopi. Inoltre sembra che il visore non sia progettato per l’utente medio, bensì per i professionisti. A suggerirlo è il prezzo elevatissimo che ne potrebbe pregiudicare un’ampia diffusione. Stando alle ultime indiscrezioni, le specifiche del dispositivo dovrebbero essere di altissimo livello: chip Apple Silicon (la famiglia di processori dei nuovi MacBook Pro) e videocamere e display ad alta risoluzione, per un’esperienza visiva senza eguali. Nulla è ancora certo, neanche il lancio stesso del prodotto. Ecco come potrebbe essere fatto.

Come sarà il visore Apple

Mark Gurman ritieme che il nuovo visore di realtà mista di Apple non seguirà la scia di Meta (cioè Facebook) e non sarà quindi uno strumento dedicato al metaverso, ovvero l’ambiente virtuale all’interno del quale gli utenti possono interagire fra loro tramite l’uso di avatar.

Si tratterebbe invece di un dispositivo da utilizzare principalmente per lavoro, istruzione, videogiochi e visualizzazione di contenuti di vario genere, e quindi non adatto a lunghi periodi di utilizzo.

Per quanto riguarda le specifiche tecniche, il visore Apple dovrebbe essere realizzato con materiali leggeri e integrare il processore proprietario M1, unitamente ad un chip secondario per la gestione dei sensori di movimento. Potrebbe esserci anche un sistema LiDAR per tracciare i movimenti delle mani senza l’utilizzo di un controller.

A bordo, dovrebbero poi esserci due display con risoluzione 8K e frequenza di aggiornamento a 120 Hz, nonché videocamere per tracciare i movimenti ed introdurre gli oggetti virtuali nello spazio circostante. Per la connettività, invece, potrebbe essere adoperato un chip WiFi 6E, per garantire una connessione alla rete stabile e veloce.

Visore Apple, disponibilità e prezzo

Secondo le ultime informazioni trapelate, il visore Apple dovrebbe fare il suo debutto entro l’anno ad un prezzo elevatissimo. Si prevede che possa addirittura toccare i 3.000 dollari, segno che il prodotto non è dedicato al consumatore medio, ma piuttosto a professionisti e sviluppatori.

Il dispositivo dovrebbe quindi competere con HoloLens 2, dispositivo realizzato da Microsoft per la realtà mista e che ha un prezzo di 3.500 dollari.

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963