Libero
LG magnit micro led DVLED Fonte foto: LG Display
SMART EVOLUTION

Lo Smart TV LG Micro LED 8K da 1,7 milioni di dollari

LG continua a sviluppare la tecnologia Micro LED e presenta un nuovo colossale schermo da 325 pollici, che pesa una tonnellata e costa un patrimonio

Nel mondo tech il concetto di limite è qualcosa da superare, sempre e continuamente. Specialmente se sei un leader del mercato e devi competere con altri giganti globali. Per questo LG ha presentato una nuova linea di schermi con dimensioni ai limiti dell’incredibile, tecnologia ai limiti del futuribile e prezzi oltre i limiti del guadagnabile per ogni persona normale. Si tratta dei nuovi Micro LED DVLED con diagonali che arrivano a 325 pollici e prezzi che superano 1,7 milioni di dollari.

A che serve tutto ciò? Alle installazioni artistiche, agli showroom ma anche all’home cinema di lusso, quello senza compromessi né di qualità né di dimensioni. Roba per pochi, non solo per i prezzi stratosferici ma anche per gli spazi richiesti e i consumi elettrici generati da questi veri e propri schermi “monstre" che arrivano a pesare una tonnellata. Se i modelli appena presentati sono ancora per pochi, però, la tecnologia usata prima o poi sarà per tutti: è la Micro LED, da molti considerata la quadra tra i pregi degli LCD e quelli degli OLED, senza i rispettivi difetti. E’ la stessa tecnologia che troviamo sui Samsung The Wall e sui Sony Crystal LED. Si basa su milioni e milioni di microscopici diodi luminosi che costituiscono i tre sub-pixel necessari a generare i singoli pixel. Considerato che la risoluzione 8K prevede circa 33 milioni di pixel, e che per fare un pixel servono 3 sub-pixel, il conto dei diodi luminosi arriva a sfiorare i 100 milioni.

LG DVLED da 325 pollici: come è fatto

Poiché un pollice è pari a 2,54 centimetri, è facile fare il conto e scoprire che il gigantesco schermo LG DVLED da 325 pollici ha una diagonale che misura ben 8,25 metri. In configurazione 16:9, quindi, si ottiene un pannello largo 7,2 metri e alto 4 metri, ma questa non è l’unica configurazione possibile, perché gli LG DVLED sono schermi modulari, formati da quadranti più piccoli montati uno accanto all’altro. Per il modello da 325 pollici ne servono ben 144.

Per tenerlo acceso, invece, servono 17.000 Watt di energia elettrica. Ciò vuol dire che da acceso un LG DVLED da 325 pollici richiede la potenza di 5 contatori domestici da 3,3 kW (e dovete tenere spenta la lavatrice, altrimenti salta tutto). Al prezzo medio del kWh in Italia nel 2021, per vedere un film da 2 ore su uno schermo del genere si spendono 8 euro, in pratica quanto un biglietto per il cinema.

Non è una Smart TV

A questi costi, a dire il vero, ne vanno aggiunti altri: quelli del modulo esterno che contiene tutta l’elettronica smart per riprodurre i contenuti. Gli LG DVLED, in effetti, non sono Smart TV ma semplici (si fa per dire) display sui quali proiettare qualcosa.

E’ possibile connetterli ad un box esterno LG Controller, basato sul sistema operativo proprietario WebOS (lo stesso presente nelle normali Smart TV LG), che ha un processore a quattro core e 3,6 GB di memoria per archiviare le app. Inutile cercare il prezzo di questo controller: non sarà mica qualche migliaio di euro a fare la differenza.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963