Libero
Samsung The Wall 100 pollici Fonte foto: Samsung
SMART EVOLUTION

Samsung The Wall: il display microLED da 1000 pollici

Diagonale da 1.000 pollici, luminosità abbagliante e flessibilità nella forma e nel montaggio: questo è lo schermo del futuro secondo Samsung.

Giuseppe Croce Giornalista

Peppe Croce, giornalista dal 2008, si occupa di device elettronici e nuove tecnologie applicate al mondo automotive. È entrato in Libero Tecnologia nel 2018.

Quasi tutti gli appassionati di smart TV, monitor e display hanno un sogno e questo sogno si chiama The Wall. Si tratta del nome commerciale della gamma di display Samsung con tecnologia microLED, dalle diagonali enormi: il primo modello, da 146 pollici, fu mostrato in anteprima al CES 2018. Da allora Samsung ha sviluppato molto la gamma e la tecnologia e oggi annuncia un modello ai limiti dell’incredibile: il colossale display Samsung The Wall IWA da 1.000 pollici.

Una dimensione decisamente non compatibile con il 99% delle case degli utenti, persino di quelle dei più ricchi, che rende questo prodotto avveniristico una chicca per saloni espositivi, fiere e grandi eventi. Agli utenti “normali“, ma con un portafogli abbastanza capienti, Samsung offre invece i modelli da 76, 88, 99 e 110 pollici, sempre con nome commerciale The Wall e tecnologia microLED. Del modello da 1.000 pollici, invece, Samsung al momento annuncia solo le caratteristiche ma non si sa il prezzo: forse non sarà mai realmente in vendita e verrà solo affittato per gli eventi. Trasportarlo, d’altronde, non è qualcosa alla portata di tutti.

Samsung The Wall da 1000 pollici: come è fatto

La versione “monstre" 2021 del display Samsung The Wall vanta microLED ancora più micro: la loro dimensione è del 40% inferiore rispetto a quelli usati nei modelli 2020. Inferiore, della metà, è anche lo spessore di questo gigantesco schermo.

Altra novità è la flessibilità delle forme e dei montaggi possibili: è possibile anche ottenere uno schermo concavo, convesso, a soffitto, pendente, inclinato e persino a forma di L. La configurazione di questo schermo, che come i precedenti è modulare, avviene ora in un solo passaggio e non è più necessario configurare un modulo alla volta.

La risoluzione di The Wall è la 8K 16:9, 7.680×4.320 pixel, con un refresh rate di 120 Hz, ma è possibile anche ottenere il 16Kallungato" da 15.360×2.160 pixel. The Wall integra le tecnologie Micro HDR e Micro Motion e un nuovo processore che elabora i colori e i pixel con l’intelligenza artificiale per ridurre al minimo i difetti di visualizzazione.

Infine, un ultimo valore impressionante: la luminosità raggiunge il valore massimo di 1.600 nit. Un valore, fino ad ora, visto solo nei piccoli schermi degli smartphone mentre i migliori Smart TV moderni, dalle dimensioni normali, arrivano al massimo a 1.000 nit.

La tecnologia microLED

Questi numeri impressionanti sono resi possibili dalla tecnologia microLED, che non va assolutamente confusa con la mini LED. La seconda, infatti, è una evoluzione della LCD: c’è un pannello posteriore di retroilluminazione, formato da migliaia di LED di piccole dimensioni.

Cona la tecnologia microLED, invece, non c’è retroilluminazione ma l’illuminazione diretta (come sugli schermi OLED) e i LED sono molto più piccoli e molto più numerosi. Questo, in pratica, permette di ottenere con un solo prodotto i vantaggi degli OLED e quelli degli LCD e, allo stesso tempo, di crescere con le dimensioni del pannello mantenendo una qualità dell’immagine uniforme.

TAG:

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963