Libero
TECH NEWS

Come migliorare la vacanza con l'AI

Grazie all'AI e ai nuovi chatbot è possibile migliorare le proprie vacanze, creando percorsi alternativi e individuando mete di viaggio particolarmente interessanti

L’AI può diventare un utilissimo supporto per organizzare la propria vacanza. Grazie ai nuovi chatbot, infatti, è possibile creare itinerari interessanti e alternativi, scoprire nuove mete di viaggio e individuare tutte le attrazioni da vedere una volta raggiunta la destinazione scelta. Si tratta, quindi, di un’arma in più per i viaggiatori: i sistemi AI hanno tutte le capacità per migliorare la vacanza, sotto vari punti di vista.

L’AI come aiuto dei viaggiatori

Ricorrendo a ChatGPT oppure a Bard o ad altri chatbot a base di AI è possibile organizzare le vacanze. Le potenzialità dei chatbot sono enormi: l’intelligenza artificiale può aiutare i viaggiatori a scegliere la meta giusta, analizzando le varie opzioni sulla base delle proprie esigenze.

Scelta la meta, l’AI è in grado di selezionare le attrazioni da non perdere, offrendo consigli sulle cose da fare e da vedere durante il viaggio. La possibilità di analizzare rapidamente il web e elaborare una grande mole di informazioni, infatti, rende le AI degli eccellenti “organizzatori” di vacanze.

Come organizzare le vacanze con l’AI

Sia prima che durante le vacanze, i chatbot a base di AI sono a disposizione degli utenti che intendono migliorare le proprie vacanze, fin dalla scelta della meta. Una volta individuato il luogo del viaggio, è possibile chiedere all’intelligenza artificiale di selezionare i posti più belli da vedere, includendo nell’elenco anche le attrazioni meno note e, per questo, con meno turisti.

Per chi viaggia con i figli, inoltre, c’è la possibilità di chiedere all’AI anche di individuare punti di interesse particolari, come parchi giochi e altre attrazioni pensate per rendere indimenticabile la vacanza per i più piccoli.

Le intelligenze artificiali sono in grado anche di selezionare attrazioni naturalistiche e culturali, rendendo la vacanza ancora più interessante. Una volta indicato al chatbot il luogo del viaggio, infatti, l’AI si metterà alla ricerca di tutti luoghi più interessanti da visitare, proponendo una selezione accurata delle “cose da fare” durante il soggiorno.

C’è un altro elemento da non sottovalutare: l’AI è anche un ottimo strumento per scoprire usi e costumi locali. In particolare, grazie all’intelligenza artificiale è possibile ottenere informazioni sui piatti tipici e sulle usanze del luogo, in modo da rendere ancora più caratteristico e culturalmente interessante il proprio viaggio.

Il cibo, in particolare, è un altro tema in cui le AI sono particolarmente ferrate: i chatbot sono in grado di trovare un ristorante tipico, scoprire una pietanza caratteristiche e suggerire un’esperienza enogastronomica.

Grazie alle intelligenze artificiali è possibile pianificare al meglio le proprie vacanze, migliorandole sotto tutti i punti di vista. In più, le AI sono sempre pronte all’uso. Per ottenere informazioni “al volo”, durante il soggiorno, basterà accedere a Internet, e fare la domanda giusta al chatbot.