Migliore vpn Fonte foto: gettyimages
SICUREZZA INFORMATICA

Qual è la migliore app per VPN e perché

PROMO

Navigare in Italia e all’estero in totale sicurezza e senza lasciare traccia? La VPN è la soluzione perfetta, ma non tutte garantiscono ottime prestazioni. Ecco qual è la migliore e come funziona

Navigare online senza mettere in pericolo la propria privacy, scambiare dati sensibili in modo sicuro coi colleghi, aggirare la censura su base geografica o usare una Wi-fi pubblica serenamente: questi sono solo alcuni dei vantaggi offerti da una VPN (Virtual Private Network).

La rete privata virtuale è uno strumento negli ultimi anni si è sempre più diffuso anche in Italia, poiché – contrariamente a ciò che si possa pensare – non è adatto solo alle aziende o ai professionisti, ma può essere usato da qualsiasi utente per diversi scopi. Inoltre, è davvero semplice da installare e utilizzare, quindi accessibile anche a chi non ha enormi conoscenze informatiche. Negli ultimi anni, anche in seguito alla digitalizzazione, sono aumentate le soluzioni presenti sul mercato: perciò, prima di scaricarla e installarla, è importante capire quali sono le caratteristiche delle VPN e qual è la migliore per le proprie esigenze.

Cos’è la VPN e come funziona

Negli ultimi anni sono aumentate le frodi online, i furti di account social, di dati bancari o informazioni sensibili, ma anche il controllo degli utenti da parte dei Governi, soprattutto quelli autoritari. Le persone sono sempre più attente ai virus e ai cyber crimini ma ciò non basta perché le truffe sono sempre più sofisticate, delle vere e proprie trappole in cui è facile cadere. Senza contare le azioni delle autorità governative che ora possono tracciare con facilità l’utenza. Così, per navigare serenamente, sempre più professionisti, aziende e utenti scelgono la VPN.

VPN è l’acronimo di Virtual Private Network, una rete privata virtuale che consente di crittografare il traffico Internet e tutelare la privacy dell’utente. Ciò permette a tutti di usare un’app, un sito o altro servizio web in modo sicuro, senza lasciare traccia del proprio passaggio. Tutto avviene grazie al Tunnel VPN: quando ci si connette dal proprio dispositivo, invece di inviare il segnale direttamente al server del fornitore dei servizi Internet, si passa per un tunnel crittografato. In questo modo, si naviga con l’IP mascherato e nessuno – né fornitore di servizi web, né eventuali malintenzionati – è in grado di accedere ai dati inviati.

VPN a pagamento o gratuita: guida alla scelta

Quando si sceglie la migliore VPN bisogna tenere in considerazione che il mercato ormai è ampio: al suo interno convivono servizi gratuiti e a pagamento. Quale scegliere?

Sappiamo bene che la gestione di una VPN ha costi ingenti, dal server, fino all’aggiornamento costante dei software per garantire sempre un alto livello di sicurezza. Quindi, se si sceglie una VPN gratuita sicuramente si sta pagando, non con il denaro, ma in un altro modo, quel servizio. Per capire bene qual è il prezzo occorre controllare la privacy policy. E in quei casi si potrà notare che il trattamento dei dati personali non è sicuro, perchè questi vengono ceduti a terzi, in modo più o meno trasparente a seconda del servizio. Così, la VPN perde la sua caratteristica principale: proteggere l’identità delle persone. Senza contare che un servizio gratuito è lento, privo di specifiche funzionalità e poco sicuro, perché non viene aggiornato costantemente.

Al contrario, una VPN a pagamento è molto più sicura, sempre aggiornata in modo da mascherare adeguatamente l’IP e bloccare qualsiasi intrusione dall’esterno. Inoltre, ha sicuramente funzionalità in più rispetto a servizi gratuiti e basilari.

Ci sono delle altre considerazioni da fare quando si sceglie una VPN: considerare la velocità della connessione, la stabilità dello streaming, la politica legata al blocco dei dati sensibili, ma anche la scelta della nazione da cui essere localizzati mentre si naviga in Internet, quindi la possibilità di accedere ai siti e servizi bloccati in un Paese.

Chi è alla ricerca del migliore servizio in circolazione, può trovare in NordVPN lo strumento perfetto per le proprie esigenze.

Perché scegliere NordVPN

NordVPN è la piattaforma completa per chi vuole navigare in modo sicuro e veloce, senza lasciare traccia. Si contraddistingue per una serie di punti di forza.

Il primo è senza dubbio la sicurezza: tutte le informazioni legate al traffico vengono protette grazie a una crittografia di nuova generazione. I dati non vengono né tracciati, né condivisi neanche dall’azienda stessa. Si naviga senza lasciare traccia, al riparo da truffe e altri rischi della rete.

Un altro punto di forza è legato alla possibilità di usare il servizio su qualsiasi dispositivo e sistema operativo: Windows, macOS, Linux. Un unico account può essere usato su 6 apparecchi contemporaneamente.

Chi utilizza la rete domestica, può usare le credenziali dell’account per collegare NordVPN al router: in questo modo tutti i dispositivi collegati a quella rete saranno protetti, dai computer, portatili, smartphone, fino alle console di videogiochi e smart tv. Chi desidera usare NordVPN da mobile può anche scaricare l’app su Android, iOS e iPadOS.

La connessione VPN multipla è infatti essenziale per proteggere l’utente e tutta la famiglia. Per navigare con maggiore sicurezza si possono poi scaricare e aggiungere le estensioni NordVPN per Chrome e Firefox, utili soprattutto quando i siti web in cui si naviga non sono sicuri, ovvero non hanno il famoso Https. Le estensioni permettono di crittografare il traffico, nascondere l’indirizzo IP, disabilitare il protocollo WebRTC e bloccare automaticamente le invadenti inserzioni pubblicitarie, così come i siti noti per diffondere malware o phishing (grazie alla funzione chiamata CyberSec).

Ma i motivi per scegliere NordVPN non sono terminati. Il servizio dispone di oltre 5000+ server con ottime prestazioni in 59 Paesi del mondo. Perché è importante avere a disposizione una rete capillare di server? Perché più sono i server e maggiori sono le opportunità per gli utenti, la stabilità della connessione e la velocità. La piattaforma utilizza server a 10Gbps, che assicurano maggiore prestazione in termini di navigazione e trasferimento dati (download e upload). AV-Test.org ha valutato NordVPN come il più veloce al mondo. Senza contare che, avendo server seminati in ogni angolo di mondo, l’utente può scegliere da dove “apparire connesso” e quindi utilizzare al meglio tutte le funzionalità del canale, che sono davvero disparate.

Oltre a navigare in modo sicuro e senza lasciare traccia, si può usare NordVPN per accedere a servizi in streaming da ogni parte del mondo. Se, per esempio, si vuole guardare la tv italiana all’estero, basta collegarsi a uno dei tanti server italiani e quindi sintonizzarsi sul canale desiderato.

Lo stesso vale per gli eventi trasmessi in diretta: si sceglie il server situato nel Paese che li trasmette e ci si connette alla piattaforma di streaming desiderata per guardare uno spettacolo, un programma o anche una partita di calcio. Questa funzionalità è particolarmente utile per i tifosi italiani all’estero che vogliono guardare le partite di Euro 2020 trasmesse nel nostro Paese. Lo stesso vale per servizi come Netflix o Disney+.

Ma NordVPN può essere utile anche per chi lavora in zone del mondo caratterizzate da regimi totalitari e desidera navigare senza restrizioni, raggiungendo anche i siti oscurati. Insomma, le funzionalità di NordVPN sono le più disparate.

La ciliegina sulla torta? Si possono usare in modo facile e veloce, con un semplice clic. Ma per approfondire meglio questo punto, vediamo come usare NordVPN.

Come usare NordVPN

Accedere al servizio è davvero semplice, non bisogna essere maghi del computer ma semplicemente avere un dispositivo e una connessione.

Per iniziare, occorre scegliere il piano tariffario. Dopo aver scelto la tariffa, basta cliccarci sopra. Si aprirà un modulo da compilare con i propri dati. La piattaforma accetta tanti metodi di pagamento: dalla carta, alle criptovalute, passando per Apple Pay, Google Pay, AmazonPay, PayPal e così via.

In seguito, se si utilizza Windows o Mac basta cliccare sul pulsante Scarica presente nel sito di NordVPN. Il sistema inizierà il download dell’applicazione. Dopo che il software è stato scaricato e il computer riavviato, è il momento di aprire finalmente il programma, creare un account oppure loggarsi con le proprie credenziali (nel caso si sia creato precedentemente). Si aprirà, quindi, la piattaforma di NordVPN che chiederà subito di scegliere il Paese del server da cui connettersi. Si può selezionare dalla mappa oppure dalla barra di ricerca:

nordvpn-appFonte foto: NordVpn

Dopo essersi connessi al server, questo verrà mostrato nell’interfaccia. Per smettere di usare la VPN è sufficiente cliccare su “Disconnect” e chiudere il programma. Per eventuali dubbi o richieste, NordVPN offre anche un’assistenza H24, 7 giorni su 7. Non rimane che provare il servizio.

La piattaforma ha lanciato una nuova offerta sul piano biennale a tempo limitato, che prevede uno sconto e 30 giorni di prova soddisfatti o rimborsati. Prova ora tutti i vantaggi di NordVPN e approfitta dello sconto.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963