Libero
TV PLAY

Quali sono le principali piattaforme streaming FAST

I FAST Channels sono una nuova idea di televisione in streaming totalmente gratuita ma comunque in grado di autoalimentarsi attraverso forme di advertising mirate

La televisione sta cambiando e l’avvento delle nuove tecnologie rende ogni giorno più obsoleto il classico concetto di “tele-visione“, che si evolve verso forme più digitali e sempre più in linea con le esigenze del singolo utente.

E questo, le aziende che investono sulla pubblicità, lo sanno bene, ed è chiaro che a creare valore non è più la pubblicità in quanto tale, ma la possibilità di far arrivare un determinato annuncio a una specifica persona.

Ed è in quest’ottica di rinnovamento che nascono i FAST Channels, una nuova idea di televisione in streaming con centinaia di contenuti gratuiti, ma affiancati da annunci pubblicitari.

Cosa sono le piattaforme FAST

FAST è l’acronimo di Free Ad-supported Streaming Television e descrive una piattaforma di streaming, con contenuti (trasmessi per buona parte in diretta), in maniera completamente gratuita per gli utenti.

Questo servizio è reso possibile grazie alla visualizzazione degli annunci pubblicitari che vanno a “spezzare” la visione dei contenuti, esattamente come già accade con i programmi in chiaro trasmessi sul Digitale Terrestre.

Al momento i FAST Channels sono già diversi e funzionano tutti più o meno allo stesso modo, garantendo agli utenti contenuti (quasi) totalmente gratuiti, trasmessi sul web e in grado di autoalimentarsi tramite la pubblicità, che però diventa personalizzata, e parte dal tracciamento degli utenti e delle loro preferenze.

Specialmente quest’ultima caratteristica è cruciale per questa nuova idea di televisione perché la pubblicità non è più generalista, come accade quando si guardano i programmi in chiaro, ma diventa mirata, rappresentando un grandissimo vantaggio per le aziende che investono in questo settore.

E questo dettaglio, forse, è quello più rappresentativo dei cambiamenti in atto, che stanno rendendo l’intrattenimento sempre più smart e sempre più vicino ai gusti di chi sta dall’altra parte dello schermo.

Oltretutto, in momento storico come quello attuale, dove anche le classiche piattaforme di streaming stanno ripiegando sempre più spesso su piani base con pubblicità, l’idea dei FAST Channels può trovare un terreno ancora più fertile perché, sì, questi canali impongono agli utenti a guardare la pubblicità, ma si tratta comunque di una soluzione che non richiede alcun abbonamento ma che offre comunque una grande varietà di programmi che possono accontentare davvero tutta la famiglia.

Le principali piattaforme FAST

Trattandosi di un settore in fortissima crescita, non stupisce che sempre più produttori di smart TV (e non solo) stiano lanciando le proprie piattaforme FAST.

Tra quelle più famose, legate direttamente ai sistemi operativi proprietari sulle varie televisioni smart, abbiamo:

  • Smart TV Samsung: Samsung TV Plus
  • Smart TV LG: LG Channels
  • Smart TV Hisense: Vidaa Free
  • Smart TV Sony: Sony Bravia Core
  • Alcune Smart TV Roku, Amazon Fire TV, Google TV, Smart TV Samsung: The Roku Channel (non disponibile in Italia)

A queste bisogna aggiungere tutta una serie di piattaforme FAST trasmesse tramite app e, dunque, compatibili con molti dei sistemi operativi per Smart TV. Tra queste troviamo:

  • Plex
  • Pluto TV
  • Freevee
  • Xumo Play
  • Sling Freestream
  • Tubi
  • Tivo+