Libero
Samantha Cristoforetti tornerà presto nello spazio Fonte foto: NASA
SCIENZA

Il grande ritorno di Samantha Cristoforetti nello spazio: c’è la data

L'ISS è pronta ad accogliere nuovamente Samantha Cristoforetti, non più comandante della stazione spaziale ma con un ruolo determinante

Un nome e un cognome che non possono non suscitare simpatia e affetto. Samantha Cristoforetti ha conquistato davvero tutti in questi anni, non soltanto gli appassionati di scienza e spazio. Le sue missioni in orbita hanno attirato un pubblico sempre più vasto che potrebbe crescere ulteriormente nei prossimi giorni, visto che è stata scelta la data per il suo grande ritorno tra le stelle.

Di recente si è scoperto che non sarà più comandante dell’ISS, la stazione spaziale internazionale, ma gli impegni non sono certo diminuiti. Il prossimo 19 aprile partirà la missione Minerva, per la precisione quella che vedrà come protagonisti la navicella Crew Dragon e il razzo Falcon 9.

Fra tre settimane, dunque, Samantha Cristoforetti sarà parte integrante dell’equipaggio in partenza dalla celebre piattaforma americana di Cape Canaveral. Non sarà ovviamente l’unica astronauta presente a bordo. Con lei ci saranno infatti altri quattro membri: l’obiettivo è quello di ritornare sulla già citata ISS per rimanerci non meno di cinque mesi. Tra il 2014 e il 2015, invece “AstroSamantha" era rimasta sulla stazione spaziale per circa sette mesi, nella missione che fu ribattezzata “Futura". Il veicolo spaziale su cui salirà a bordo si chiama Freedom, un nome non scelto a caso, in questo periodo in cui le crisi internazionali sono purtroppo di stretta attualità.

Lo spirito della libertà

Il comandante della missione ha voluto sottolineare proprio questo concetto della libertà. Secondo Kjell Lindgren, si tratta di un diritto umano fondamentale, anche perché lo spirito umano libero è parte integrante dell’industria e dell’innovazione. Il post su Twitter di Lindgren si è concluso con una frase sibillina: “Siamo onorati di portare la libertà ad una nuova generazione". In un periodo in cui viene paventato persino il rischio di una caduta improvvisa dell’ISS sulla Terra, queste rassicurazioni sono necessarie come non mai. C’è una spiegazione ben precisa per la durata della missione a cui prenderà parte Samantha Cristoforetti.

L’incarico di Samantha Cristoforetti

I mesi di permanenza saranno di meno a causa dei cambi imposti alla tempistica delle missioni in programma. Tra l’altro, Samantha Cristoforetti non sarà a capo dell’ISS ma avrà comunque un ruolo fondamentale, vale a dire leader dell’USOS. La sigla identifica il Segmento Orbitale Americano, quindi sarà proprio l’astronauta milanese a gestire tutte le operazioni all’interno del segmento della stazione spaziale a stelle e strisce. Non sarà meno importante il ruolo nella navicella che la porterà in orbita, visto che è stata nominata “specialista di missione". Ma chi sono gli altri astronauti che le faranno compagnia?

L’equipaggio è formato appunto da Samantha Cristoforetti, dal già citato Lindgren che è il comandante, dal pilota Robert Hines e dall’altra specialista, Jessica Watkins. Come è facile intuire, la missione Minerva prenderà il via quando i quattro saliranno a bordo dell’ISS. Gli astronauti rimarranno per cinque mesi sulla stazione spaziale internazionale, mentre la capsula Crew Dragon farà ritorno sulla Terra già verso la fine di aprile. Per Samantha Cristoforetti e tutti gli altri componenti sarà una missione di routine, anche se qualsiasi viaggio nello spazio in questo periodo è l’occasione per dimostrare che persone di nazionalità diversa possono collaborare senza problemi.

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963