Libero
samsung display smartphone multipieghevole Fonte foto: Samsung Display
TECH NEWS

Samsung mostra i suoi nuovi schermi pieghevoli al CES 2022

Al CES 2022, Samsung ha svelato delle nuove tipologie di display pieghevole da utilizzare sui suoi prossimi dispositivi.

Quando si tratta di Samsung e del CES 2022, le sorprese non possono che essere numerose e tutte molto interessanti per gli appassionati di tecnologia. Che si tratti di computer, tablet, smartphone o schermi di alta qualità, Samsung è sempre all’avanguardia e in grado di proporre soluzioni innovative e rivoluzionarie.

Oltre a tante altre novità, infatti, il produttore coreano ha deciso di mostrare delle nuove configurazioni di display pieghevole che potrebbero andare a caratterizzare i futuri dispositivi a marchio Samsung e non solo. In questo settore, l’azienda è riuscita a primeggiare grazie a modelli come Galaxy Z Fold3 e Z Flip3, che nell’ambito degli smartphone pieghevoli sono fra quelli che hanno ottenuto il successo maggiore. Durante l’evento di Las Vegas, Samsung ha mostrato quattro nuovi prototipi di display, che prendono il nome di Flex G, Flex S, Flex Slidable e Flex Note e hanno meccanismi di piegatura completamente differenti.

Samsung Flex G e Flex S, come sono fatti

Samsung Flex G è ottenuto dalla doppia chiusura su sé stesso del display interno che è più ampio lungo la direzione orizzontale. In particolare, lo schermo è suddiviso in tre porzioni uguali e quelle laterali vanno a ripiegarsi a turno su quella centrale per far scomparire completamente il pannello. Questa è la configurazione che dovrebbe garantire maggior protezione, perché non esporrebbe il display di smartphone e tablet a urti o graffi quando i dispositivi sono chiusi.

Al contrario, Samsung Flex S – come dice anche il suo nome – ha un meccanismo di chiusura e apertura ad S. Il display ha lo stesso aspetto di forma ed è sempre suddiviso in tre porzioni uguali, ma in questo caso una delle laterali si piega verso l’interno, mentre l’altra verso l’esterno. In questo modo rimane sempre esposto un terzo del display, nonché la parte in cui è presente la piega, che è anche la più delicata.

Samsung Flex Slidable e Flex Note, come sono fatti

Samsung Flex Slidable richiama vagamente il design arrotolabile di Oppo X 2021. Anche in questo caso è sufficiente premere un pulsante per estendere lungo la direzione orizzontale la porzione di schermo che rimane nascosta e che è arrotolata su sé stessa. Tuttavia, dal filmato di Samsung, sembra che l’estensione sia un po’ inferiore rispetto a quella di Oppo e che serva soltanto ad aggiungere delle scorciatoie.

Infine, Samsung Flex Note ha la classica chiusura “a libro" e sembra pensato per i laptop e per i tablet. In questo modo, una porzione potrebbe fungere da tastiera quando lo schermo è piegato e l’altra potrebbe mantenere la sua funzione di display. La portabilità è la stessa di un notebook di 13 pollici ma con uno schermo di 17 pollici. Samsung ne ha mostrato due versioni: una si piega lungo l’asse orizzontale, l’altra lungo quello verticale.

L’azienda non ha svelato quando introdurrà questi nuovi display pieghevoli e su quali dispositivi, ma potremmo già vedere all’opera qualcuno di essi nel corso di quest’anno.

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963