Libero
SMART EVOLUTION

Spacciavano droga in carcere col drone: tre arresti

Il crimine si fa smart e usa anche i droni per portare droga e materiale illecito in luoghi inaccessibili, come le carceri

C’è chi usa i droni per trasportare sangue, organi e farmaci salvavita nei luoghi difficili da raggiungere e c’è, invece, chi li usa per fare entrare droga e cellulari all’interno delle carceri. Come le tre persone, delle quali una minorenne, arrestate in Francia per aver effettuato diverse consegne aeree nel carcere di Gradignan e in quello di Mont-de-Marsan.

Col drone fino in carcere

A ben pensarci, il drone è lo strumento ideale per consegnare materiale illecito: veloce, silenzioso, in grado di scavalcare muri alti anche decine di metri e abbastanza piccolo per non essere visto tanto facilmente. Basta agganciare al drone un pacchetto, farlo atterrare all’interno del luogo dove si trova il destinatario (in questo caso un penitenziario) e poi farlo tornare indietro dopo la consegna.

Ed è proprio quello che ha fatto per mesi un francese minorenne, che non avendo la patente ha usufruito della collaborazione di due sue parenti di 18 e 20 anni per farsi portare vicino ai due carceri dove andavano effettuate le consegne: droga e un iPhone, per la precisione, in un caso destinati al fratello del giovanissimo pilota del drone (nonché fidanzato di una delle accompagnatrici).

Per diversi mesi tutto ha filato liscio, fino a quando i secondini hanno fiutato che qualcosa non quadrava e hanno avvisato la polizia di Bordeaux, che ha usato una tecnologia di rilevamento radio dei droni per capire quando e dove la banda era in azione.

Il risultato è stato il raid della scorsa settimana a casa dei corrieri, che ha portato alla scoperta di tre droni, 834 grammi di cannabis, 1,3 chili di ecstasy, 100 grammi di cocaina, una bottiglia di vodka pronta per il trasporto aereo e 7.500 euro in contanti.

Droni guardie e ladri

Questo episodio dimostra come i droni siano dispositivi elettronici estremamente versatili e dai mille possibili usi. Nati per il divertimento, ben presto diventati uno strumento fondamentale per fotografi e videomaker, negli ultimi mesi hanno aggiunto nuovi possibili ruoli.

Oltre al traffico illegale di droga e merci proibite, in carcere e fuori, oltre al trasporto di materiale sanitario, va citato anche il ruolo di sentinelle per conto della polizia. Negli USA, infatti, da alcuni mesi è boom di droni poliziotto.

TAG: