Libero
twitter blue Fonte foto: Hamara / Shutterstock
APP

Twitter cambia interfaccia e vende i nomi utente

Novità in arrivo per la versione iOS dell'ap di Twitter, mentre il neo proprietario Elon Musk pensa di vendere gli handle non più utilizzati per fare cassa

Gli utenti di Twitter che utilizzano iPhone e iPad hanno ricevuto un aggiornamento dell’app che modifica l’ordine e la posizione di visualizzazione dei tweet di default. Questa modifica al momento non è ancora arrivata nella versione Android dell’app, ma lo farà molto presto in modo da uniformare le due interfacce a prescindere dal sistema operativo. Sullo sfondo, infatti, c’è la dichiarata volontà di Elon Musk di modificare pesantemente l’aspetto e le funzioni della piattaforma, anche al fine di farla rendere economicamente.

Twitter cambia la home dell’app

Twitter ha lanciato questa novità con un messaggio molto chiaro: "vedi i tweet che vuoi vedere". In pratica nella home dell’app vengono ora proposti due nuovi tab chiamati "Per te" e "Seguiti". Questi vanno a sostituire la famosa stella posta nell’angolo in alto a destra che è da sempre quella utilizzata per passare dai tweet suggeriti a quelli recenti.

Ora, ogni qualvolta si apre l’app, i tweet visibili per primi sono quelli denominati "Per te", un nome che ben conoscono gli utenti di TikTok e che sta a indicare che l’ordine di visualizzazione dei tweet è stato scelto dall’algoritmo. Per vederli in ordine cronologico, in base alla data e all’orda di pubblicazione, bisogna cliccare sul tab "Seguiti" che si trova sulla destra.

Musk vuole vendere i nomi utente

Secondo il New York Times, che cita fonti interne a Twitter che preferiscono rimanere anonime, Elon Musk sarebbe stuzzicato dall’idea di vendere i nomi account (conosciuti come Handle) che non sono più attivi. Pare che un gruppo di ingegneri di Twitter sta studiano il modo di lanciare delle aste online su alcuni account che possono fare gola ad aziende e altri utenti.

L’idea non è affatto nuova: il primo a tirarla fuori dal cappello è stato Pavel Durov su Telegram. Musk aveva annunciato il mese scorso una grossa pulizia degli account inattivi, che sono circa 1,5 miliardi. Moltissimi di questi account sono bot e, tra di essi, ci sono anche account con nomi di persone famose e marchi  che possono avere un grosso valore.

Troppi cambiamenti su Twitter?

Musk, da quando ha acquistato Twitter, sta cercando di far rendere il più possibile la piattaforma, inventando nuove iniziative per incassare e rientrare il prima possibile del cospicuo investimento iniziale. Dal badge di verifica a pagamento fino ai licenziamenti per tagliare i costi, Musk pare ne pensi una al giorno e, non ci sorprenderebbe se un giorno decidesse di mettere all’asta i nomi utenti inattivi, magari evitando di mettere sul mercato quelle di persone passate a miglior vita.

Per fare questo però dovrà anche modificare le regole di Twitter, che ogni utente accetta nel momento in cui apre un account, che vietano l’acquisto o la vendita degli handle. Questo però è un commercio che nel dark web attrae gli hacker in cerca di soldi facili, che vanno a rubare account famosi per poi rivenderli al migliore offerente.

© Italiaonline S.p.A. 2023Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963