facetime o whatsapp Fonte foto: Nicole Lienemann / Shutterstock
APP

WhatsApp vs Facetime, il confronto: caratteristiche e differenze

WhatsApp è l'app di messaggistica più diffusa al mondo, FaceTime è la più diffusa nel mondo Apple iOS, ecco quale è migliore e perché

La guerra tra WhatsApp e FaceTime è sempre aperta: tra vecchie e nuove feature, queste due app dedicate alla comunicazione via smartphone hanno subito nel tempo una vera e propria evoluzione, tanto da riuscire ad affermarsi tra le migliori del loro genere. Ma quali sono le differenze e caratteristiche che le accomunano?

Prima di tutto, un po’ di storia. Presentata nel 2010 in concomitanza del lancio di iPhone 4, FaceTime è l’app proprietaria di casa Apple dedicata alle chiamate e videochiamate tra utenti dotati di dispositivi della Mela di Cupertino. Tra i device compatibili gli iPhone a partire dalla versione 4, iPod touch di quarta generazione e successivi e gli iPad di seconda generazione o successivi, gli iPad mini. La storia di WhatsApp, invece, è diversa: nata a nel febbraio del 2009 da un’idea di due ex informatici di Yahoo!, Jan Koum e Brian Acton, WhatsApp è l’app di messaggistica istantanea e chiamate audio video tra le più diffuse al mondo. Acquistata da Facebook nel 2014, l’applicazione è disponibile per smartphone iOS e Android.

WhatsApp vs FaceTime: caratteristiche generali

Sia WhatsApp che FaceTime sono completamente gratuite, una scelta che va a tutto vantaggio dell’utente come quella di non presentare banner pubblicitari. Parlando di compatibilità, però, dove arriva WhatsApp non arriva FaceTime: ovvero, se la prima è disponibile su Android come su iOS, la seconda è a uso esclusivo per utenti Apple, visto che nasce per essere utilizzata esclusivamente tra utilizzatori dei device proprietari.

La stessa limitazione vale per l’utilizzo via browser o client. Se FaceTime è perfettamente utilizzabile tramite Mac, basta fare click sull’icona del programma già installato, lo stesso non si può dire quando si passa a Windows. L’applicazione non è infatti disponibile al di fuori dell’ecosistema Apple. Cambia tutto con WhatsApp Web: può essere utilizzata da client browser su entrambi i sistemi operativi, oltre a KaiOS, o come software da installare direttamente su computer/Mac.

WhatsApp vs FaceTime: come funziona la comunicazione

Anche qui le differenze si fanno sentire: di WhatsApp sappiamo molto, ovvero che permette di vedere se una persona sta scrivendo, se ha ricevuto o letto il messaggio tramite i segni di spunta, quando è stato effettuato l’ultimo accesso oltre a permettere di ripulire la cronologia della chat. FaceTime non possiede tutte queste caratteristiche, con l’unica differenza di poter effettuare una videochat di gruppo con più utenti dotati della stessa app.

Anche la tipologia di comunicazione delle due app differisce notevolmente. WhatsApp consente infatti di condividere messaggi audio, mentre FaceTime non lo consente. Se poi la prima può inviare foto, video e altri tipi di documenti in maniera diretta, la seconda si appoggia all’app Messaggi per inviare foto o video, anche corredate di Memoji (il corrispettivo degli adesivi di WhatsApp) o informazioni a partire dai widget di alcune app.

WhatsApp vs FaceTime: scheda SIM sì o no?

Ultima ma non meno importante è la possibilità di essere utilizzata senza SIM card. Su questo, FaceTime batte WhatsApp a mani basse. Se l’app di Facebook richiede un numero telefonico da associare, per FaceTime è sufficiente l’ID Apple. In questo modo, il destinatario potrà ricevere i messaggi direttamente su tutti i device collegati con lo stesso identificativo, anche se lo smartphone non è a disposizione.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963