Libero
xiaomi mi mix alpha Fonte foto: Xiaomi
ANDROID

Xiaomi al lavoro su tre smartphone innovativi

Sono ben tre i nuovi smartphone innovativi della serie Mi Mix di Xiaomi in arrivo: avranno tutti un form factor diverso.

Le teorie che vedono Xiaomi impegnata nella realizzazione del suo primo smartphone pieghevole potrebbero a breve concretizzarsi in un dispositivo vero e proprio. Anzi, tre. A confermarlo sarebbero alcuni rumor che prevedono l’arrivo dei modelli dal design innovativo sul mercato già entro la fine del 2021.

A fornire questi gustosi dettagli sui piani dell’azienda cinese è il leaker Digital Chat Station attraverso un cinguettio pubblicato sul proprio profilo Twitter. A dare credito alla voce vi sarebbe anche una immagine rubata di un prototipo foldable, datata gennaio 2021, in cui viene mostrato l’utilizzo nella metropolitana di una città cinese di uno smartphone pieghevole, ancora in fase di sviluppo ma già funzionante e dotato dell’inconfondibile MIUI 12. La foto sarebbe dunque la prova provata dei piani di Xiaomi che, secondo Ross Young di DisplaySearch, già dallo scorso dicembre sarebbe stata abbondantemente impegnata nell’operazione foldable.

Xiaomi, il primo sarà Mi Mix 4 Pro Max

Stando alle parole di Digital Chat Station, i dispositivi faranno parte della serie Mix, quella che finora ha regalato scelte di design più graffianti e all’avanguardia. il primo smartphone dotato di schermo pieghevole sarà, per il leaker, Mi Mix 4 Pro Max. A caratterizzare il device, una linea che ricorda le caratteristiche di design di Huawei Mate X2 e Galaxy Z Fold 2 di Samsung.

Mi Mix 4 Pro Max ha già fatto il suo debutto sul sito dedicato alle certificazione TENAA, aiutando a delineare i contorni del suo comparto tecnico. Al momento, le informazioni prevedono uno schermo pieghevole – non di Samsung ma di China Star – con diagonale che supera gli 8 pollici, per una frequenza di aggiornamento dinamica da 60 a 120Hz. Il display secondario, invece, sarà più piccolo con i suoi 6,4" e refresh rate fino a 90Hz.

Altro dettaglio da non sottovalutare, nel modulo fotografico, l’integrazione di una lente periscopica in grado di offrire uno zoom fino a 10x. Sulle altre lenti, così come sugli altri componenti, ancora non sono pervenute informazioni ufficiali o da anticipazioni dei ben informati. Niente paura, però: vista la certificazione TENAA lo smartphone potrebbe fare capolino a breve, aggiungendo tutti i tasselli mancanti all’intero assetto tecnico.

Xiaomi, come saranno gli altri due smartphone?

Sugli altri due device le informazioni sono ancora piuttosto vaghe, anche se già si parla di uno smartphone foldable, questa volta con pannello fornito da Samsung vista l’assenza sul precedente modello, con apertura dello schermo verso l’esterno. Una scelta, dunque, caratterizzata da un fattore di forma ancora differente rispetto a quelli attualmente in circolazione (persino Huawei ha scelto per il suo foldable Mate X2 la chiusura verso l’interno).

Ultimo, ma non meno interessante, potrebbe essere il principale competitor di Oppo X 2021, ovvero il primo dispositivo della casa cinese dotato di schermo arrotolabile. Visto l’arrivo sul mercato di X 2021 previsto già per le prossime settimane, non stupirebbe se qualche informazioni aggiuntiva dovesse trapelare a breve.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963