iphone-8-neural-engine Fonte foto: Twin Design / Shutterstock.com
APPLE

Grazie al chip "Neural Engine", l'iPhone 8 sarà più intelligente

Apple è al lavoro su un chip da integrare sui propri smartphone che si occupi solamente di gestire i processi per l’intelligenza artificiale

Secondo quanto riportato da Bloomberg, sito d’informazione statunitense, Apple sarebbe al lavoro per realizzare un nuovo chip da implementare sui suoi dispositivi mobili per migliorare la gestione dei processi per l’intelligenza artificiale.

L’azienda di Cupertino annunciò già lo scorso anno durante il WWDC (la conferenza annuale dedicata agli sviluppatori) che stava lavorando su una nuova tecnologia per il machine learning, ma finora nessuno ne aveva visto traccia. Il nuovo chip dovrebbe prendere il nome di Neural Engine e dovrebbe lavorare in accoppiata con il chipset principale del device (smartphone e tablet). Il Neural Engine dovrebbe gestire solamente i processi legati all’intelligenza artificiale in modo da migliorare i servizi offerti agli utenti e contemporaneamente aumentare l’autonomia degli smartphone. Ancora non si sa con certezza se verrà montato già sul prossimo iPhone 8.

Quali saranno i compiti di Neural Engine

Apple è stata una delle prime aziende a introdurre un assistente personale sui propri smartphone. Ma con il tempo, l’azienda di Cupertino si è rilassata e ha permesso ad altre società (Amazon e Google) di entrare nello stesso settore e di realizzare degli assistenti virtuali migliori di Siri. Per questo motivo Apple ha deciso di realizzare un secondo processore che affianchi quello principale e che gestisca solo i processi dell’intelligenza artificiale. Una scelta simile è stata effettuata anche da Qualcomm e da Google che nell’ultimo periodo hanno migliorato i loro sistemi legati all’IA. Neural Engine dovrebbe andare a gestire molte delle funzioni quotidiane dello smartphone, che gravano sia sulla CPU sia sulla GPU e che diminuiscono l’autonomia del device. Tra le funzioni che saranno gestite da Neural Engine ci sarà sicuramente il riconoscimento facciale, la predittività della tastiera e le attività dell’assistente vocale. Ma non solo. Il chipset sarà sviluppato anche per gestire le applicazioni per la realtà aumentata, vero banco di prova per il futuro degli smartphone.

Quando sarò lanciato il chipset Neural Engine

Secondo gli esperti, le possibilità di vedere il chipset Neural Engine sul prossimo iPhone 8 sono buone, anche se Apple ancora non lo ha presentato ufficialmente. Al prossimo WWDC 2017 che si terrà a inizio giugno a San Josè, sicuramente se ne saprà molto di più.

Ti raccomandiamo