Libero
SCIENZA

Sì, potresti ritrovartelo addosso senza saperlo: ecco dove si nasconde

Vive su di noi praticamente sin da quando siamo nati e continua a farlo finché non moriamo: è l'acaro Demodex, nostro "inquilino" per la vita

E se vi dicessimo che sulla vostra pelle si muove una specie di verme, appartenente alla famiglia degli artropodi, dotato di bocca e intento a mangiare una parte di voi? Detto così può suonare forte e può fare un certo effetto, eppure è la verità: sul nostro corpo si muovono dei piccoli parassiti, degli acari che hanno trovato nella nostra cute (e nei suoi vari strati) la location ideale per nutrirsi, vivere e proliferare. Uno di questi acari è il Demodex e, ve lo diciamo subito, in questo momento si sta muovendo proprio sul vostro viso.

Com’è fatto il Demodex

Ma partiamo dalla parte decisamente più “suggestiva”, ossia l’aspetto fisico del Demodex. Noi, naturalmente, non siamo in grado di vederlo a occhio nudo, ma questo acaro ha ovviamente un aspetto molto dettagliato. Essendo un artropode (come ragni e granchi) conta su otto zampe dotate di pelo, che vanno a incastonarsi attorno al podosoma, ovvero a quello che è il loro torace. Il corpo, in generale, è allungato e simile a quello di un verme, con una lunghezza che va da 0,1 a 0,4 millimetri e ricoperto di squame che gli servono per restare ben saldo sul nostro volto.

La testa è dotata di uncini (grazie ai quali il Demodex si nutre) e di occhi, che però sono estremamente sensibili alla luce. Questo è il motivo per cui la maggior parte delle azioni di questo acaro avvengono durante la notte, compresi gli spostamenti, che possono andare dagli 8 ai 16 millimetri all’ora e sono sempre finalizzati a operazioni di nutrimento e/o riproduzione.

Se vuoi restare aggiornato sulle ultime news di Libero Tecnologia e sulle migliori offerte del giorno, iscriviti gratis al nostro Canale Telegram: clicca qui.

Dove si trova l’acaro e di cosa si nutre

Come abbiamo già accennato, il Demodex vive principalmente sul nostro viso. A voler essere proprio puntigliosi, potremmo dire che gli acari che si muovono su di noi si dividono in due specie, ossia Demodex folliculorum e Demodex brevis. Il folliculorum si trova principalmente nei pori cutanei, con preferenza per i lati del naso, guance, fronte e mento e sui follicoli piliferi, in particolare su ciglia e sopracciglia.

Il brevis, invece vive più in profondità, nelle ghiandole sebacee che sono associate ai follicoli piliferi. Anche il loro modo di nutrirsi è leggermente diverso: mentre il folliculorum preferisce nutrirsi dei batteri che vivono sulla nostra pelle e delle cellule epiteliali morte, il brevis preferisce le sostanze oleose secrete dalle ghiandole.

Il Demodex ha effetti sull’uomo?

Anche se può continuare a fare un po’ impressione immaginare questa sorta di piccolo “insetto” che banchetta su di noi e anche se la parola parassita generalmente non implica niente di troppo buono, la verità è che il Demodex è praticamente innocuo per gli esseri umani. Bisogna immaginarlo come un inquilino riservato, perfettamente integrato nel microbiota cutaneo e per nulla intenzionato a dare problemi e a farsi cacciare via.

L’unico caso in cui il Demodex potrebbe farsi sentire è se non stiamo del tutto attenti all’igiene e alla pulizia personale: in quel caso potremmo dare all’acaro tutti i motivi per proliferare in maniera maggiore rispetto al solito e provocare alcune irritazioni. Bastano dunque delle semplici accortezze e continuare regolarmente con la nostra pulizia quotidiana per evitare che ci siano ripercussioni e per mandare avanti quella che è una convivenza serena e pacifica.

Libero Annunci

Libero Shopping