Libero
SCIENZA

Allarme invasione moscerini in Italia: presa d'assalto una città. Si sposteranno?

I moscerini hanno preso letteralmente d'assalto la città di Orbetello, tanto da rendere inevitabili misure drastiche per la movida

Di solito sono i turisti a prendere d’assalto Orbetello, ma l’estate 2022 verrà ricordata dagli abitanti della città toscana per un’invasione inattesa e che sta creando parecchi grattacapi. I moscerini sono praticamente ovunque e non sembrano intenzionati ad abbandonare la località grossetana in tempi brevi. Ma cosa è successo di preciso?

Ogni volta che comincia il periodo più caldo dell’anno, ci si chiede se sia possibile evitare i morsi delle zanzare, mentre a Orbetello sono altri insetti a rendersi fastidiosi. Vale la pena ricordare come ogni anno nella città dell’Argentario i moscerini la facciano da padroni, ma il fenomeno non ha mai raggiunto le dimensioni delle ultime settimane. La colpa sarebbe tutta di una dimenticanza.

Come è stato infatti sottolineato dalle cronache locali, l’amministrazione del posto provvede ogni dodici mesi a effettuare una disinfestazione molto accurata, mentre la scorsa primavera non c’è stato nulla di questo tipo. I moscerini di Orbetello sono "abituati" a entrare in azione nelle ore serali, più precisamente verso le 21:00, andando a ricoprire macchine, panchine, lampioni e tutto quello che incontrano sul loro percorso. Non è un caso che i ristoratori del posto siano allarmati, visto che l’estate è il periodo giusto per delle rilassanti cene all’aperto, rese impossibili da questi insetti. I rimedi sono stati drastici.

Un’estate preoccupante

In particolare, si è pensato di spegnere l’illuminazione del lungomare, privando turisti e residenti delle consuete romantiche passeggiate: purtroppo la misura è stata inevitabile, dato che è proprio la luce ad attirare i moscerini. La movida ne ha risentito in maniera pesante e non è chiaro quando si potrà tornare a una normalità accettabile. D’altronde l’estate 2022 si sta dimostrando una delle peggiori per quel che riguarda le invasioni di insetti, come emerso chiaramente due mesi fa in relazione al Nord Italia. Si è parlato in precedenza di una distrazione "fatale" dell’amministrazione di Orbetello, però non è stato l’unico fattore determinante.

Mancanza di predatori naturali

Le alte temperature che hanno accentuato la siccità nel nostro paese hanno avuto un ruolo altrettanto strategico, con l’afa che ha agevolato la riproduzione dei moscerini. Tra l’altro, Orbetello è in "buona compagnia" in questi giorni, con la vicina Capalbio che è interessata dallo stesso fenomeno. Tornando a parlare dell’afa, quest’ultima ha inciso in maniera negativa sulla presenza di predatori naturali, nello specifico i pipistrelli, gli uccelli di vario tipo, le formiche e le rane, tutte specie abitudinarie della laguna di Orbetello. Secondo gli esperti, quella della località toscana è una situazione non comune e che deve iniziare a preoccupare.

Secondo l’ASL Toscana Sud Est, ad esempio, tutti questi moscerini non sono affatto benefici per la salute pubblica, per non parlare dei fastidi arrecati a vario tipo alle persone. Un’invasione così massiccia non si verificava da almeno dieci anni, tanto da scatenare una polemica politica infinita sulla mancata prevenzione. Il fatto che le attività di ristoranti e negozi finiscano dopo le 21:00 rappresenta una brutta mazzata per l’economia del posto che vive anche e soprattutto di turismo, le prossime settimane saranno decisive per capire se il fenomeno può essere in qualche modo ridimensionato.

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963