Libero
carta identità elettronica Fonte foto: Angela Bragato / Shutterstock
HOW TO

Cambio residenza online: da oggi si può, ecco come

Stop alle file allo sportello: in 30 Comuni italiani è già attivo il cambio residenza online tramite il portale dell'Anagrafe Nazionale Popolazione Residente, ma serve lo SPID, la CIE o la CNS

Da oggi 1 febbraio possiamo iniziare a dire addio alle file chilometriche davanti gli sportelli dell’anagrafe perché il cambio di residenza lo potremo presentare e ottenere online. Stop, dunque, anche ai continui rimbalzi da un ufficio all’altro. Infatti, grazie al portale dell’Anagrafe a cui si accede con identità digitale Spid, CNS o Carta di identità elettronica sarà il cittadino il nuovo protagonista di questo epocale cambiamento.

Dal 18 gennaio 2022 sono stati caricati in un unico database, l’Anagrafe Nazionale, i dati di 67 milioni di italiani, ossia di tutti i cittadini residenti in uno dei 7.903 comuni italiani e di quelli che sono iscritti all’AIRE, l’anagrafe degli italiani residenti all’estero. In questa prima fase, della durata di due mesi, la possibilità sarà disponibile in una trentina di Comuni italiani per poi essere estesa gradualmente a tutti gli altri. Come primo passo bisogna essere registrati in Anpr Anagrafe nazionale della popolazione residente. Quindi il cittadino non dovrà più comunicare singolarmente e a ogni ufficio della Pubblica Amministrazione i suoi dati anagrafici o il cambio di residenza; infatti, ogni aggiornamento di dati inserito dal cittadino per se stesso o per il suo nucleo familiare sarà inoltrato automaticamente a altri enti come INAIL, ISTAT, Agenzia delle Entrate o motorizzazione civile, dunque diretto e immediato.

Come cambiare residenza online

Effettuare il cambio di residenza è particolarmente semplice Si accede al portale dell’Anagrafe online inserendo o il proprio SPID o l’account della Cns, la Carta di identità elettronica e si compila la dichiarazione anagrafica in "Area servizi al cittadino" seguendo le indicazioni.

La banca dati è particolarmente sicura e protetta e dal 15 novembre 2021 è possibile scaricare in maniera autonoma e gratuita già 14 tipi di certificati:

  • Anagrafico di nascita
  • Anagrafico di matrimonio
  • Cittadinanza
  • Esistenza in vita
  • Residenza
  • Residenza AIRE
  • Stato civile
  • Stato di famiglia
  • Stato di famiglia e di stato civile
  • Residenza in convivenza
  • Stato di famiglia AIRE
  • Stato di famiglia con rapporti di parentela
  • Stato Libero
  • Anagrafico di Unione Civile
  • Contratto di Convivenza

Anagrafe online: i comuni interessati

I comuni sono supportati da Sogei e le prime amministrazioni aderenti alla certificazione del certificato di cambio residenza sono:

  • Alessandria
  • Altamura
  • Bagnacavallo
  • Bari
  • Bergamo
  • Bologna
  • Brescia
  • Carbonia
  • Castel San Pietro Terme
  • Cesena
  • Cuneo
  • Firenze
  • Forlì
  • Laives
  • Latina
  • Lecco
  • Lierna
  • Livorno
  • Oristano
  • Pesaro
  • Potenza
  • Prato
  • Rosignano Marittimo
  • San Lazzaro di Savena
  • San Severino Marche
  • Teramo
  • Trani
  • Treia
  • Trento
  • Valsamoggia
  • Venezia

Questa prima fase durerà un paio di mesi e a mano a mano il servizio di cambio di residenza digitale sarà reso attivo in tutti gli altri comuni italiani.

TAG:

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963