ANDROID

Android ha una modalità segreta per la massima privacy

A mali estremi, estremi rimedi: ecco come disattivare in un colpo solo tutte le fotocamere, i microfoni e tutti i sensori di uno smartphone Android per evitare di essere spiati di nascosto.

Con Android, preservare la propria privacy è non solo facile ma anche veloce. Non molti degli utilizzatori di smartphone che dispongono di questo sistema operativo conoscono questa modalità segreta attivabile in pochissimi tap e, per disattivare tutti i sensori presenti sul proprio device, si ritrovano costretti a navigare tra tutte le voci di menu delle impostazioni.

La funzionalità per la tutela della privacy di Android non è di certo una novità, visto che il sistema operativo di casa Google ha scelto da tempo di mettere a disposizione dei suoi utenti gli strumenti adatti per tenere alla larga dal proprio smartphone gli sguardi indiscreti. A portare però sotto i riflettori questa caratteristica è stato, neanche a dirlo, l’ultimo aggiornamento di Apple a iOS 14. Tra le feature che non sono passate inosservate, vi è infatti la possibilità di verificare in ogni momento l’impiego della fotocamera e del microfono attraverso un pallino arancione presente sullo schermo in alto a destra, sopra l’indicatore di ricezione di campo, acceso in caso di utilizzo da parte delle app installate. Android, invece, fa molto di più: ci permette di disattivare tutti i sensori dello smartphone in un colpo solo.

Android: come attivare la modalità segreta

Questa comoda funzionalità di Android 11 e Android 10, che permette di disattivare tutti i sensori in un solo colpo, è disponibile nel menù dedicato alle opzioni sviluppatore. Questa particolare voce del menu impostazioni non è però immediatamente disponibile ma deve essere attivata facendo tap per sette volte sull’indicazione della versione della build del telefono (raggiungibile da Impostazioni > Informazioni sul telefono > Informazioni software).

Una volta attivato il menu ed effettuato l’accesso nella sezione Opzioni Sviluppatore bisognerà ricercare la voce Riquadri sviluppatori per impostazioni rapide (potrebbe essere riportata sia con la dicitura estesa che abbreviata, meglio dunque tenere gli occhi aperti). Nella seguente schermata, basterà poi tappare sul Sensori OFF per attivare la modalità privacy.

Android: cosa succede allo smartphone in modalità segreta

Attivando la modalità segreta per Android tutte le funzionalità che permettono la registrazione di video e la cattura di immagini e suoni vengono interdette. Per verificare, basterà accedere alla fotocamera o al registratore di suoni e sarà possibile notare come le app non riusciranno ad avviarsi. Quindi neanche le app che accedono alle fotocamere e al microfono di nascosto potranno funzionare. Vengono spenti anche l’accelerometro, la bussola e il GPS che vengono spesso usati per rilevare i movimenti dell’utente.

Tutto ciò però non inficia in alcuna misura sulle funzionalità base del telefono. Infatti, anche con la privacy ai massimi livelli di Android sarà possibile effettuare e ricevere chiamate utilizzando la rete mobile. Lo stesso vale anche per il Bluetooth e la rete WI-FI, non intaccate dalla disattivazione dei sensori.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963