APP

App Immuni: quali sono le Regioni dove viene usata di più

Il 9,9% degli italiani, in media, hanno scaricato Immuni: ecco le Regioni dove l'app di contact tracing è più usata e dove invece non lo è

A circa tre mesi dal lancio è ora di fare i primi bilanci su Immuni, l’app scelta dal Governo italiano per il contact tracing del coronavirus. I conti li ha fatti la stessa Immuni, che ha pubblicato la mappa delle Regioni italiane con la percentuale di utenti che hanno scaricato l’app.

I dati sono aggiornati al 31 agosto e tra una Regione e l’altra ci sono differenze notevoli, ma anche in quelle più virtuose sono stati in pochi a scaricare Immuni sul proprio smartphone: la media nazionale si ferma al 9,9% circa. In generale è facile notare che al Sud Immuni è usata pochissimo, al Centro un po’ di più e solo al Nord le percentuali si avvicinano a quelle minime affinché il contact tracing sia efficace. O, almeno, alle ultime percentuali dichiarate dagli studiosi, visto che in merito nel tempo sono arrivate comunicazioni ben diverse tra loro. Ma dove si usa di più Immuni e dove di meno? Ecco i dati, Regione per Regione.

La mappa di Immuni

La Provincia Autonoma di Bolzano è il territorio italiano più fedele a Immuni: il 15,1% dei cittadini con uno smartphone hanno scaricato Immuni. La vicina Trento si ferma al 10,8%. In Lombardia e Veneto, dove il virus ha colpito duramente, ad usare Immuni sono in meno dell’11%. Ancor meno in Valle d’Aosta (9,7%), Piemonte (9,4%) e Friuli Venezia Giulia (8,9%).

La percentuale risale in Liguria (12,4%), Emilia Romagna (13,3%), Marche (12,3%) e Toscana (12,4%). A metà classifica troviamo il Centro Italia con l’11,5% del Lazio, l’11% dell’Umbria e il 13,1% dell’Abruzzo. Scendendo al Sud scendono anche le percentuali: 7,5% in Molise, 6,6% in Campania, 8,3% in Puglia, 7,9% in Basilicata, 9,4% in Sardegna, 6,5% in Calabria e solo 5,4% in Sicilia, maglia nera del contact tracing italiano.

Quante persone devono usare Immuni?

La media italiana di adozione di Immuni, lanciata il 5 giugno, si ferma al 9,9%. Ma è una percentuale sufficiente? Quante persone devono aderire al contact tracing affinché sia efficace? Nei primi mesi della pandemia era stata diffusa l’informazione secondo cui almeno il 60% dei cittadini vanno tracciati, o il contact tracing non è efficace.

A giugno, però, nuovi studi hanno abbassato notevolmente la percentuale, portandola al 15%. Se è questa la percentuale giusta, però, in Italia solo a Bolzano ci sono abbastanza persone che usano l’app Immuni.

TAG:

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963