Monopattini da noleggiare Fonte foto: Shutterstock
HOW TO

Monopattino elettrico, città dove noleggiarli

Lo sharing dei monopattini arriva anche nelle città italiane grazie alle nuove regole sulla mobilità: scopri dove e come noleggiare un monopattino elettrico

Ormai sono sempre più diffusi e li vediamo sfrecciare nel traffico, insieme ad automobili, motociclette e bici. Sono i monopattini elettrici, mezzi di trasporto sostenibili e facili da usare che negli ultimi mesi hanno incuriosito sempre più utenti. Il motivo è legato al bonus bici e monopattino e alla Legge Milleproroghe che ha regolamentato in modo chiaro la circolazione nelle città.

Se volete acquistare un monopattino elettrico, ma volete prima provare dove si può portare un monopattino e come “ci si sta sopra”, potete sempre noleggiarlo con uno dei tanti servizi disponibili nelle maggiori città italiane. Senza contare che i monopattini elettrici possono essere trasportati facilmente e si muovono con velocità, al contrario delle automobili che invece rimangono spesso incastrate nel traffico cittadino, contribuendo ad inquinare l’ambiente. Insomma, usare il monopattino ha enormi vantaggi, quindi non resta che noleggiarne uno: ecco le principali città in cui è possibile.

Noleggio monopattino elettrico a Milano

Il capoluogo lombardo è sicuramente uno dei più forniti per quanto riguarda il noleggio di monopattini elettrici. Qui troviamo ben tre servizi a disposizione degli utenti. Il più longevo è Helbiz, che si occupa anche di bike sharing a Milano e altre città italiane ed è il fornitore principale. Oltre a questo troviamo anche Bit Mobility e Wind Mobility.

I servizi si utilizzano tutti più o meno allo stesso modo. Per prendere in affitto un monopattino occorre scaricare l’app e iscriversi al servizio. All’interno dell’applicazione c’è una mappa che indica dove si trovano i monopattini pronti per il noleggio. I veicoli hanno un codice QR che si sblocca con l’app e permette quindi di usare subito il veicolo. Sempre via app avviene il pagamento della tariffa corrispondente. La tariffa per sbloccare il monopattino è di 1 euro più 15 centesimi al minuto, inoltre proprio come succede per le bici condivise, sono previsti degli abbonamenti per gli utenti che usano il servizio frequentemente. La scelta del servizio dipende anche dall’area in cui si vuole usare il mezzo, infatti sebbene alcune si sovrappongono, alcune zone sono servite da un’azienda e non da un’altra.

Noleggio monopattino elettrico a Torino

A Torino è possibile prendere in affitto il monopattino grazie a diversi servizi tra cui Bird, Bit Mobility, Dott, Helbiz, Lime, Tier e Hive. Insomma, c’è una vasta scelta. Bit Mobility per esempio è un servizio completamente italiano che permette di scaricare l’applicazione e registrare un profilo. Grazie a questo è possibile trovare un monopattino, grazie alla mappa presente dentro l’app e sbloccarlo.

Per farlo basta scansionare il QR Code, quindi non servono card e la procedura è davvero semplice. Con il monopattino elettrico sarà possibile muoversi nelle zone pedonali, nelle zone con il limite di velocità di 30 km/h e nelle piste ciclabili. Per agevolare gli utenti, l’app mostra queste zone suddivise per colore. Una volta terminato il viaggio, basta parcheggiare il monopattino in qualsiasi punto della città. La tariffa è di 1 € per lo sblocco e di 15 centesimi al minuto per la corsa, più 5 centesimi al minuto per le pause. Gli altri servizi funzionano in modo simile ma spesso per sbloccare e parcheggiare il mezzo è necessaria una stazione di riferimento.

Noleggio monopattino elettrico a Roma

Sino alla fine di maggio 2020 Roma non aveva ancora nessun servizio che consentisse di noleggiare monopattini a tempo. Un vuoto riempito da Helbiz, che dal 28 maggio ha iniziato a rendere disponibili i propri monopattini nelle strade della Capitale. Inizialmente, la startup italo-statunitense metterà a disposizione un migliaio di monopattini elettrici (modello Segway G30 Max), andando a coprire una vasta area che comprende, oltre al Centro Storico, anche il Vaticano e i quartieri di Parioli/Pinciano, Flaminio, Trieste, Nomentano/Università, San Lorenzo, San Giovanni, Rione Prati, Trionfale/Medaglie d’Oro, Portuense, Marco Polo, Garbatella/Ostiense, Tor Marancia/Montagnola, Ardeatino, San Paolo/Marconi e Prati della Vittoria. Il costo del noleggio è di 1 euro per lo sblocco e 15 centesimi al minuto, ma volendo si può sottoscrivere il contratto “Unlimited” che, a 29,99 euro al mese, dà la possibilità di effettuare un numero illimitato di noleggi.

Monopattini elettrici Genova

Il caso Genova è particolare: nella città ligure il servizio non è offerto da una grande multinazionale ma da un negozio del centro. Il Bike Fever di Piazza de Marini, situato nel centro storico della città. Al momento è l’unico della zona, ma sicuramente questa tendenza si diffonderà. Anche perché a Genova già esistono diversi servizi simili, come lo scooter sharing proposto da MiMoto. Per il momento il Bike Fever permette di prendere in affitto il monopattino per 10 euro all’ora e 20 euro per quattro ore.

Altre città italiane in cui noleggiare monopattini elettrici

Esistono altri comuni in cui è disponibile il servizio. Per esempio, lo troviamo a Pesaro, dove è proposto dall’azienda svedese Voi Scooters. Anche in questo caso la procedura è quella di scaricare l’app e gestire il noleggio tramite il proprio dispositivo mobile. Per sbloccare il mezzo è richiesto 1 euro, a cui si aggiungono 15 centesimi per ogni minuto di utilizzo.

A Rimini, lo sharing dei monopattini è disponibile grazie a Bird e Lime, che offrono le stesse tariffe. Infine, lo troviamo a Verona grazie a Bit Mobility ed Helbiz. Questa società è presente in altre città italiane: Riccione, Roma, Cesena, ma sta lavorando per coprire in modo ancora più capillare il nostro Paese. Bit Mobility invece è presente anche a Cattolica e Misano.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963