Libero
iphone xr Fonte foto: Kaspars Grinvalds / Shutterstock
APPLE

Apple sta per mettere altra pubblicità sugli iPhone

Apple ha deciso di raddoppiare la visualizzazione degli annunci per gli utenti iPhone in tutto il mondo, ma i dipendenti non sono contenti di questa scelta

Apple sta aumentando il numero di annunci che verranno mostrati agli utenti sui suoi iPhone per aumentare il suo fatturato pubblicitario. Questa notizia arriva da The Information che ha pubblicato un lungo rapporto in cui approfondisce il modo in cui opera il team pubblicitario di Apple e le preoccupazioni interne che il business degli ads dell’azienda, già in crescita, stia andando troppo oltre.

Questa strategia però pare infatti che non piaccia ai suoi dipendenti. I responsabili del reparto pubblicità sono dell’opinione che la visualizzazione di più annunci danneggerà il marchio e l’esperienza dell’utente, e quindi potrebbe ritorcersi contro l’azienda causare un calo delle vendite.

Apple ha delle parole vietate

Il team pubblicitario Apple, per vendere, opera in un modo unico. Il personale deve rispettare regole ben precise e non è autorizzato a utilizzare determinate parole chiave quando discute dell’attività pubblicitaria dell’azienda.

In Apple, ad esempio, termini come "posizionamento" o "piattaforma" non si possono usare. L’azienda indica che si possono sostituire rispettivamente con "raffinamento del pubblico" e "algoritmo". Lo stesso schema imposto da Apple viene applicato quando un inserzionista acquista annunci che vengono visualizzati ogni volta che gli utenti cercano marchi rivali: niente "conquista", ma meglio "difesa del marchio".

Per non parlare di come Apple richieda (o meglio obblighi) il suo personale a parlare con un tono appropriato dei suoi prodotti. Termini come "targeting" sono visti col fumo negli occhi, anche perché l’azienda di Cupertino non permette la pubblicità mirata. Da molto tempo infatti Apple vieta al team che si occupa della pubblicità di concentrarsi su gruppi di utenti con meno di 5.000 persone. Il tutto, secondo Apple, per salvaguardare la privacy degli utenti.

Le critiche travolgono Apple

L’aumento della pubblicità dell’App Store, nelle ultime settimane, ha suscitato critiche da parte di utenti, consumatori e sviluppatori. Inoltre, secondo il rapporto di The Information, Apple intende aggiungere pubblicità anche ad Apple Maps e Apple TV+. Ci sono voci, tuttavia, secondo cui l’azienda non ha intenzione di far crescere la propria divisione pubblicitaria. Almeno non quanto Meta o Google.

Secondo Mark Gurman di Bloomberg, il capo della pubblicità di Apple Todd Teresi vuole più che raddoppiare le attuali entrate che Apple riceve dalla sua attività pubblicitaria ed arrivare a 10 miliardi di dollari all’anno, rispetto agli attuali 4 miliardi di dollari.

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963