Libero
SMART EVOLUTION

Bonus TV: cosa cambia dal 12 novembre

La misura ha funzionato e la dotazione economica è stata utilizzata quasi completamente: che succede ora al Bonus TV e al Bonus Rottamazione TV

Brutte notizie per il Bonus TV 2022, o forse sono buone se guardiamo la questione da un altro punto di vista: i soldi sono finiti, c’è ancora pochissimo tempo per chiedere il contributo statale per comprare decoder e Smart TV con lo sconto. La notizia è ufficiale, visto che è stata comunicata dallo stesso Ministero delle Imprese e del made in Italy (il nuovo nome del Ministero dello Sviluppo Economico), ma dalla stessa fonte arriva anche una speranza per il futuro.

Bonus TV: c’è tempo fino al 12 novembre

In un breve comunicato il Ministero comunica che "Dalle ore 23.59 del giorno 12 novembre la piattaforma messa a disposizione dall’Agenzia delle Entrate per ricevere l’autorizzazione al rilascio dei due bonus non sarà più attiva". In altre parole fine del bonus, dal 13 novembre non sarà più disponibile.

Questo termine, però, riguarda solo il Bonus TV "standard", quello che può essere richiesto dalle famiglie con ISEE fino a 20 mila euro per comprare un nuovo apparato (decoder o Smart TV) in grado di decodificare il segnale televisivo Digitale Terrestre di seconda generazione (DVB-T2). Lo sconto massimo è di 30 euro, che salgono a 50 per i decoder satellitari e le TV con decoder satellitare integrato.

Stesso discorso per l’altro contributo, il Bonus Rottamazione TV che prevede l’erogazione fino a 100 euro ma solo in cambio di un vecchio dispositivo non compatibile col DVB-T2.

Bonus TV: resta il decoder a domicilio

Ancora il Ministero delle Imprese comunica che un solo bonus non ha ancora finito la dotazione economica: il cosiddetto Bonus Decoder a Domicilio. Si tratta della fornitura di un decoder gratis ai pensionati over 70 (con pensione massima di 20.000 euro annui), che viene inviato direttamente a casa da Poste Italiane.

Questo bonus è stato sottoutilizzato rispetto agli altri due, motivo per cui i fondi erogati non sono ancora finiti e sarà possibile ricevere il decoder gratis anche oltre il termine del 12 novembre.

Bonus TV: chiesti altri soldi

Il ministro per le Imprese e il made in Italy, Adolfo Urso, ha precisato anche che i due Bonus TV potrebbero tornare disponibili a breve. Sono stati infatti chiesti nuovi fondi al Ministero delle Finanze, visto che la misura ha funzionato.

"Abbiamo richiesto al Mef il rifinanziamento della misura – spiega il ministro – perché riteniamo indispensabile assicurare ai cittadini la continuità di uno strumento che ha funzionato per agevolare questo delicato passaggio tecnologico". Al momento, però, non ci sono risposte ufficiali da parte del Ministero delle Finanze.

TAG:

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963