Libero
ally mcbeal Fonte foto: Featureflash Photo Agency / Shutterstock.com
TV PLAY

Ci sarà un reboot di Ally Mcbeal?

La storica serie legal, andata in onda nei primi anni Duemila, potrebbe tornare “in veste moderna”: ecco cosa sappiamo del possibile reboot

Chi si ricorda di Ally McBeal? La storica serie tv statunitense creata da David E. Kellery è andata in era andata in onda negli Stati Uniti dal 1997 al 2002 ed era poi arrivata in Italia nel 2003, trasmessa da Sky. È un capitolo che si è chiuso ormai vent’anni fa, insomma… ma se dovesse riaprirsi?

Qualche tempo fa, infatti, ha iniziato a circolare la notizia che la serie tv legal potrebbe tornare presto. Ally McBeal non è l’unica serie degli anni Novanta e dei primi Duemila di cui si sogna un reboot: accade ciclicamente anche con Buffy L’Ammazzavampiri, ad esempio. Questa volta, però, sebbene non siano ancora stati diffusi molti dettagli sul progetto, pare proprio che la lavorazione sia davvero iniziata. La storia ha per protagonista Ally McBeal, una giovane avvocata neolaureata che inizia a lavorare in uno studio legale, fronteggiando rivalità interne, frustrazioni e casi legali di ogni sorta.

Cosa sappiamo del ritorno di Ally McBeal

Secondo le indiscrezioni riportate da Deadline, la protagonista del reboot sarà sempre una giovane avvocata con poca esperienza che cerca (con grande difficoltà) di destreggiarsi sul posto di lavoro, tentando di conciliare questo aspetto con la vita privata. Una vera impresa.

Per il ruolo potrebbe essere scelta un’attrice nera, che nella trama potrebbe essere la figlia di Renée (Lisa Nicole Carson), ovvero la ex coinquilina di Ally. Insomma: nuove generazioni, nuovo mondo, vecchi problemi.

Nella serie originale l’iconico ruolo della protagonista era stato interpretato dall’attrice Calista Flockhart, che però non si è ancora espressa in merito alla possibilità di tornare sul set.

Di cosa parla Ally McBeal

Caratteristiche della serie Ally McBeal erano la comicità non-sense e la particolare attitudine della protagonista, i cui pensieri venivano espressi ad alta voce durante le puntate creando a volte un effetto surreale. Lo studio in cui lavora Ally inoltre ha la capacità di attirare ogni tipo di stranezza; dunque, i dibattimenti e le trafile lavorative che ne derivano sono spesso esilaranti.

La serie è stata chiusa dopo cinque stagioni perché, nonostante l’enorme popolarità raggiunta fin dalla prima puntata, con il tempo ha iniziato a perdere consensi.

Un’altra ragione per cui la serie viene ricordata con affetto è il fatto che è stata il trampolino di lancio di vari attori che hanno in seguito raggiunto una grande popolarità. Robert Downey J. è un caso da manuale: l’attore, poi diventato celebre per il ruolo di Iron Man (ma non solo), interpretava Larry, l’uomo che per lungo tempo è stato considerato dal pubblico la perfetta anima gemella di Ally.

All’epoca, tra l’altro, Robert Downey J. stava passando un periodo difficile, dal momento che era stato più volte in una clinica di riabilitazione a causa della sua dipendenza. Non è chiaro se l’attore potrebbe tornare nel reboot, magari anche solo in un breve cameo.

TAG:

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963