Libero
HOW TO

Come inviare una PEC a un ente pubblico

Hai bisogno di inviare una PEC a un ente pubblico allegando documenti? Scopri come fare e perché scegliere Libero Mail PEC

pec per iscritti albi professionali Fonte foto: Shutterstock

Inviare una PEC a un ente pubblico può sembrare un’operazione banale, ma per garantire che il messaggio giunga correttamente e in tempi rapidi a destinazione è essenziale seguire alcuni accorgimenti ed evitare errori e ritardi di diverso tipo. Si tratta di una comunicazione formale e ufficiale, perciò, bisogna disporre di una casella posta elettronica certificata sicura e facile da usare e conoscere le regole per scrivere correttamente il messaggio.

La PEC è un importante strumento di comunicazione e di certificazione che offre la possibilità di inviare documenti e comunicazioni con valore legale equiparato a quello della raccomandata con ricevuta di ritorno. Tuttavia, per sfruttarne appieno i vantaggi è necessario conoscere alcuni trucchi e seguire procedure specifiche. Innanzitutto, occorre saper reperire l’indirizzo PEC corretto dell’ente a cui si vuol scrivere, in secondo luogo occorre sapere quali sono i campi da completare e anche come allegare eventuali documenti, come certificati, documenti, atti e così via. In questo articolo, ti forniremo alcuni trucchi per inviare una PEC a un ente pubblico in modo corretto e sicuro.

Verifica l’indirizzo PEC del destinatario

Gli indirizzi PEC delle Pubbliche Amministrazioni ed enti pubblici si possono reperire in diversi modi. La prima soluzione è quella di accedere al sito web ufficiale dell’ente e cercare l’email all’interno della pagina Contatti. Se si cerca l’email di un ufficio specifico – come l’Ufficio Tributi – è possibile consultare la sua pagina specifica. In alternativa, si può chiamare telefonicamente all’ente e farsi dettare l’indirizzo.

Un altro modo per trovare l’indirizzo PEC di un ente pubblico è consultare il sito www.indicepa.gov.it e digitare il nome dell’ente di cui si vuol trovare la posta certificata. Questa piattaforma è stata sviluppata per rendere più facile la ricerca degli indirizzi PEC da parte dei cittadini. Ricorda che in Italia, gli indirizzi PEC delle PA terminano con "@pec.entepubblico.it" o una struttura simile che indica chiaramente che si tratta di una casella di posta certificata.

Come scrivere un messaggio PEC per un ente pubblico

Il messaggio PEC deve essere compilato in modo chiaro e conciso e deve avere specifiche caratteristiche.

Ecco tutti gli elementi che deve avere un’email PEC all’ente pubblico:

  • Oggetto formale che chiarisce in modo sintetico il motivo della comunicazione, per esempio Ufficio Anagrafe Milano – Invio certificato di residenza Mario Rossi
  • Saluti introduttivi, necessari per iniziare la conversazione in modo cordiale. Se si ha il nome della persona da contattare si può usare la formula Gentile Sig. [nome e cognome] oppure Egregio/a Dott./Dott.ssa [nome e cognome] e così via.
  • Corpo del messaggio, in cui si spiega il motivo dell’email in modo chiaro e dettagliato inserendo tutti i propri dati anagrafici in modo da essere rintracciabili dall’ente ed eventuali numeri di carta di identità, atto o altro documento. In caso di allegati si aggiunge, in questo punto, la presenza di documenti in allegato indicando quanti e quali sono
  • Saluti di chiusura formali, seguiti da una richiesta di essere eventualmente ricontattati per chiarimenti
  • Firma e contatti

La firma è un elemento cruciale perché identifica il mittente. In calce si possono aggiungere tutti i suoi contatti, tra cui il numero di telefono a cui essere ricontattato dall’ente.

Come allegare documenti alla PEC per un ente pubblico

Nel caso in cui si desideri allegare documenti a una PEC è necessario specificarlo all’interno del messaggio e nominarli in modo chiaro. I documenti, compresi i moduli compilati a mano, devono essere inviati in formato PDF, anche per evitare che vengano modificati. Tutti i documenti devono essere ben leggibili e privi di errori. Ad esempio, per validare un PDF firmato, bisogna allegare anche un documento di identità valido.

Se cerchi una soluzione per utilizzare la Posta Elettronica Certificata facile da utilizzare e sicura, Libero Mail PEC è perfetta per privati e aziende. È proposta in due diversi piani. PEC Family è l’offerta riservata a clienti privati e ha un costo di 14,99 euro all’anno IVA inclusa. Permette di inviare e ricevere tutte le PEC che si desiderano e ha uno spazio di 1 GB. PEC Unlimited è pensato per professionisti e privati. Ha un costo di 30 euro all’anno + IVA e uno spazio illimitato. La PEC di Libero assicura così un servizio su misura, molto sicuro e utilizzabile per qualsiasi esigenza.

In collaborazione con Libero Mail PEC

Risparmia tempo e denaro! Attiva la PEC con Libero, la posta elettronica numero 1 in Italia.

  • Valore legale per le tue mail
  • 1GB di spazio
  • Spedisci raccomandate dal pc di casa

ATTIVA LIBERO FAMILY PEC

TAG: