Libero
HOW TO

Come proteggere il laptop dal caldo

In estate il PC può raggiungere temperature elevate che potrebbero portare alla rottura del proprio dispositivo. Alcuni consigli per evitare il surriscaldamento

L’estate è la stagione peggiore per i computer che, a causa delle alte temperature, possono surriscaldarsi al punto da diventare inutilizzabili. Nei casi più gravi, addirittura, la macchina può andare incontro a rotture e malfunzionamenti dell’hardware, che a lungo andare costringeranno necessariamente l’utente ad acquistare un nuovo PC.

Perché il PC si surriscalda in estate

Oltre al caldo tipico della bella stagione, i fattori che possono contribuire al surriscaldamento del computer potrebbero essere ben altri e, generalmente, dipenderanno dall’utente e da come utilizza e si prende cura del proprio dispositivo.

Ad esempio, lavorando in stanze particolarmente calde o dove il PC è esposto alla luce diretta del sole potrebbe portare a un sostanzioso aumento della temperatura interna. Il consiglio in questo caso è quello di utilizzare condizionatori o ventilatori (o più semplicemente aprire porte e finestre) per abbassare la temperatura della stanza e, chiaramente, cercare di posizionarsi lontano dalla luce del sole.

Come ben noto la polvere può ostruire le prese d’aria del computer, impedendo il corretto flusso d’aria, portando al surriscaldamento del dispositivo. Per questo motivo è sempre importante pulire accuratamente il proprio PC e, eventualmente, smontare il case per liberare anche l’interno da polvere e sporco accumulato nel tempo.

Nelle giornate più calde tenere aperti troppi programmi o troppe schede del browser contemporaneamente potrebbe richiedere uno sforzo maggiore al computer che, oltre a consumare più risorse, tenderà anche a surriscaldarsi e ad andare in protezione. Il consiglio in questo caso è molto semplice: aprire meno programmi possibile e un numero limitato di schede, avendo cura di chiudere quelle inutilizzate.

Infine, per tutti coloro che utilizzano un portatile, posizionarlo su una superficie morbida, come un letto o un divano, potrebbe impedire il passaggio dell’aria all’interno del device causando l’aumento di temperatura. Per cui è sempre buona norma utilizzare il PC su una superfice rigida e possibilmente in piano.

Come proteggere il computer dal surriscaldamento

Evitare il surriscaldamento del computer in estate è possibile e, oltre ai suggerimenti di cui abbiamo appena parlato, ci sono tutta una serie di accortezze che possono davvero fare la differenza. Ad esempio potrebbe essere utile acquistare un pad di raffreddamento per computer portatili, si tratta di un apposito supporto, di solito dotato di ventole aggiuntive, che terrà sollevato il PC e garantirà una migliore circolazione dell’aria al suo interno.

In alternativa, in caso di computer desktop, si potrebbe valutare l’installazione di un dissipatore di calore più efficiente oppure di ventole di raffreddamento più potenti che riusciranno a mantenere sotto controllo la temperatura anche nelle giornate più calde.

Infine, un suggerimento che potrebbe sembrare scontato è quello di spegnere la macchina di tanto in tanto e, con la scusa, fare una breve pausa. Così facendo la temperatura del dispositivo calerà piuttosto velocemente e sarà possibile tornare ad utilizzarlo quanto prima.

 

 

TAG: