Libero
HOW TO

Come trasformare lo smartphone in un traduttore automatico

Google Traduttore è il servizio di Google per lingue e traduzioni. Tra le funzionalità più interessanti la Traduzione simultanea bilingue

Google Traduttore è il servizio di Google per le traduzioni in tempo reale di moltissime lingue, oltre 100. È disponibile sia per desktop che per mobile, ma è in questa seconda modalità d’utilizzo che riesce a dare il meglio di sé perché ci permette di tradurre al volo parole e frasi anche in mobilità.

Ancor di più, Google Translate può trasformarsi in un vero e proprio traduttore simultaneo automatico, traducendo in tempo reale il parlato di due persone in conversazione natuarale. I risultati variano da lingua a lingua, ma mediamente sono più che sufficienti per sostenere una conversazione di base con un interlocutore straniero.

Cos’è e come funziona Google Traduttore

Google Translate integra al suo interno moltissime funzioni di traduzione che possono aiutare l’utente a comprendere una lingua diversa in modo semplice e veloce.

La modalità più classica è quella tramite digitazione di un testo: è possibile tradurre parole o frasi in tempo reale semplicemente digitandole nel box di scrittura e selezionare la lingua in cui vogliamo tradurre. Se inseriamo nel box un testo di una lingua a noi sconosciuta, molto probabilmente Google la riconoscerà. Su device mobile Google Traduttore consente addirittura di tradurre parole o frasi scritte a mano utilizzando le dita o i pennini.

Solo su Android è possibile tradurre parole o frasi di testi contenuti all’interno delle app installate sullo smartphone. Per provare questa impostazione è sufficiente abilitare la modalità dalle opzioni e, dopo aver evidenziato la porzione di testo da tradurre, fare tap sull’icona del traduttore.

E’ anche possibile tradurre il testo contenuto in una foto appena scattata con la fotocamera o in foto e immagini presenti nella galleria o prese dal web. Sempre grazie alla fotocamera, possiamo tradurre in tempo reale un testo inquadrato, sovrapponendo la traduzione a parole e frasi sullo schermo. Utilissimo, ad esempio, quando siamo all’estero e abbiamo bisogno di tradurre un segnale stradale.

La modalità Offline è disponibile solo scaricando uno dei molti dizionari offerti dal servizio e trasforma lo smartphone in un vero e proprio dizionario, capace di tradurre anche frasi o testi interi.

Infine, c’è l’opzione Conversazione, che è quella che consente la traduzione verso un’altra lingua (e viceversa) utilizzando il microfono del telefono, trasformando il telefono in un vero e proprio traduttore simultaneo.

Google Traduttore: la modalità Conversazione

La modalità conversazione ha due modalità di funzionamento. La prima è una sorta di dettatura vocale: facendo tap sull’icona del microfono l’utente può semplicemente pronunciare la parola o la frase da tradurre, dopo il segnale acustico.

La traduzione simultanea bilingue, invece, si attiva tramite il pulsante Conversazione. Qui l’utente può selezionare la lingua principale e quella di destinazione e, sempre dopo il bip, si può iniziare una conversazione con un interlocutore e attendere che lo smartphone effettui la traduzione.

Naturalmente la persona dall’altra parte può fare altrettanto e parlare verso il microfono per rispondere nella propria lingua: se i due interlocutori non accavalleranno le voci, quasi sempre il risultato sarà più che soddisfacente. Se una delle lingue da tradurre sarà l’inglese, poi, i risultati saranno ancora migliori.

© Italiaonline S.p.A. 2023Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963