Libero
TECH NEWS

Cosa vuol dire Bluetooth Auracast

Con la funzionalità Auracast è possibile incrementare le potenzialità del Bluetooth con una trasmissione audio accessibile a più dispositivi: ecco come funziona

Bluetooth Auracast Fonte foto: tomeqs / Shutterstock.com

Auracast è una delle funzionalità più interessanti della tecnologia di trasmissione Bluetooth. Nel corso del prossimo futuro, l’utilizzo di questa funzione diventerà sempre più accessibile per gli utenti, come confermano i tanti prodotti svelati in occasione del CES 2024. Auracast è parte di Bluetooth LE Audio e consente di diffondere un flusso audio da una sorgente a decine di dispositivi situati fisicamente nel raggio d’azione del Bluetooth.  Proprio in occasione del CES il Bluetooth SIG, l’organizzazione che definisce gli standard e le funzionalità dei collegamenti Bluetooth, ha mostrato alcune possibili applicazioni di questa funzionalità.

Come funziona Bluetooth Auracast

Un trasmettitore Auracast è in grado di trasmettere un audio tramite Bluetooth, in tutta l’area raggiungibile con questa tecnologia (in genere, fino a 10 metri). Il dispositivo ricevente può collegarsi al canale audio generato tramite Auracast, per ascoltare la trasmissione.

Il collegamento può avvenire tramite un’app dedicata per smartphone e in modo simile a quanto avviene alle reti Wi-Fi. Lo smartphone può scansionare l’area alla ricerca di trasmissioni Auracast via Bluetooth (che saranno caratterizzate da un nome per renderle distinguibili tra loro, esattamente come avviene con le reti Wi-Fi) e l’utente potrà scegliere, di volta in volta, il canale audio a cui collegarsi.

I campi d’applicazione sono molteplici. Auracast può tornare utile in un ambiente pubblico in cui ci sono più TV che trasmettono eventi diversi. L’utente può usare lo smartphone (e gli auricolari Bluetooth abbinati) per accedere a un determinato canale, quindi, ascoltare l’audio di uno degli eventi trasmessi.

Allo stesso modo, è possibile creare una trasmissione audio privata (con accesso tramite codice QR o password) tramite Auracast dal proprio laptop a cui possono collegarsi più utenti. Il sistema può essere utilizzato anche per trasmettere, direttamente in cuffia, l’audio di una conferenza, generando più canali audio (magari in lingue diverse).

Con Auracast è possibile collegare tra loro più speaker per sfruttare la trasmissione via Bluetooth in modo ancora più efficace. Ad esempio, sui nuovi JBL PartyBox  è sufficiente collegare lo speaker principale allo smartphone e poi, semplicemente premendo un pulsante, collegare altre unità per creare un sistema audio più ricco.

Quali dispositivi possono usare Auracast

Auracast è una funzionalità integrata in Bluetooth LE Audio ed è utilizzabile da tutti i dispositivi dotati di Bluetooth 5.2 o successivo. Per un utilizzo senza limitazioni di questa funzionalità, però, è necessario almeno il collegamento Bluetooth 5.3, che include un’implementazione più completa con la possibilità, ad esempio, di analizzare in modo indipendente i canali sinistro e destro della stessa sorgente audio. Per l’utilizzo di Auracast, quindi, non è necessario hardware aggiuntivo ma basta avere prodotti dotati di Bluetooth 5.2 o versioni successive con tutte le funzionalità LE Audio attive.