cos'è google scholar Fonte foto: Shutterstock
HOW TO

Google Scholar: caratteristiche e come funziona

Google Scholar è un particolare motore di ricerca gratuito, che consente di individuare fonti accademiche online tramite parole chiave. Scopri come funziona.

Google Scholar è un motore di ricerca liberamente accessibile che consente di trovare testi della letteratura accademica tramite parole chiave. Si tratta di un servizio pensato appositamente per il mondo dell’educazione, per ricercatori e studiosi che necessitano di integrare le proprie conoscenze con libri, articoli, tesi di dottorato e così via, che altrimenti sarebbero difficilmente reperibili; con questo strumento infatti è possibile ottenere copie di materiali scientifici sia in cartaceo che in digitale. Con Libero Tecnologia scopri tutto ciò che c’è da sapere su Google Scholar e come utilizzarlo al meglio per le tue ricerche.

Cos’è Google Scholar

Nel 2004 il motore di ricerca più famoso al mondo lancia il servizio Google Scholar, al fine di indicizzare e rendere disponibili il maggior numero possibile di pubblicazioni accademiche. A differenza di Google Books (o Google Libri in italiano) che permette di cercare qualsiasi libro o rivista scannerizzato e caricato su un database online, Google Scholar fornisce un servizio più mirato, focalizzandosi su tutti i documenti e materiali specializzati nel campo della ricerca scientifica e della letteratura. Inoltre esso consente a case editrici e autori di tenere traccia delle citazioni ricevute dai loro lavori.

I file messi a disposizione dell’utente includono tutti i tipi di pubblicazioni accademiche, che vanno da libri e manuali a tesi di laurea e dottorato, ma anche articoli e riviste scientifiche, prestampe o brevetti, citazioni, riassunti e recensioni; inoltre il motore di ricerca include i risultati consultabili tramite biblioteche online, fornendo i relativi collegamenti. Insomma se stai cercando contenuti di qualità per i tuoi studi o vuoi approfondire la tua conoscenza, Google Scholar è il tuo migliore alleato.

Come funziona Google Scholar

Google Scholar funziona come qualsiasi estensione di Google: basta inserire i termini della ricerca e sfogliare tra i risultati per trovare quelli che più si addicono alle tue esigenze. Nella barra puoi inserire parole chiave, il titolo del testo o il nome dell’autore: per effettuare una ricerca più precisa, per esempio se sei alla ricerca delle opere di uno scrittore specifico, puoi includere i dati tra due apici così “x”. Inoltre puoi scegliere se cercare risultati in tutte le lingue o filtrare solo quelli in italiano.

I risultati verranno mostrati in ordine di pertinenza secondo il criterio 10-Index, ossia una classificazione delle pubblicazioni che hanno ricevuto più riconoscimenti (a partire da un minimo di 10). Se invece ti stai documentando su un argomento trattato di recente, puoi scegliere di visualizzare i risultati in ordine decrescente cronologicamente. Il nuovo ordine prende in considerazione anche altri parametri, come i documenti pubblicati in precedenza dall’autore, su quale rivista compaiono e la frequenza di citazioni ricevute.

Per ogni punto dell’elenco, Google Scholar fornisce anche riferimenti all’autore, alla casa editrice e alla data di pubblicazione. In più, accanto a ogni punto dell’elenco compare il link Pubblicazioni Correlate, grazie al quale è possibile accedere a tutti i documenti che trattano argomenti simili o collegati alla tua ricerca.

Ma le potenzialità di Google Scholar non si limitano esclusivamente a questo. La piattaforma infatti permette anche di creare un proprio profilo per accedere alle tue ricerche personalizzate, memorizzare documenti nella tua biblioteca per consultarli in qualsiasi momento, aggiungere note, impostare un alert che ti avvisi via email per ricevere aggiornamenti sugli argomenti che ti interessano. Inoltre se utilizzi il browser di Google Chrome puoi aggiungere il pulsante Scholar per attivare la ricerca automatica dei documenti su questo motore di ricerca.

Come creare il tuo profilo Google Scholar

Per effettuare una qualsiasi ricerca non è necessario essere registrati al sito, tuttavia puoi creare un tuo profilo Google Scholar per usufruire di un servizio più completo. Accedere al tuo nuovo account sarà semplicissimo e Libero Tecnologia ti mostra come farlo in pochi rapidi click: tutto ciò di cui necessiti è essere in possesso di un account Google (o Gmail) per accedere alla piattaforma e cominciare a creare la tua libreria.

Per prima cosa collegati al sito web http://www.scholar.google.it; a questo punto clicca sull’icona a forma di tocco accademico per accedere alla sezione il mio profilo e compila il modulo di Citation che si aprirà; una volta inseriti i tuoi dati, il tuo campo di interesse e il tuo sito web se ne possiedi uno, passa alla finestra degli articoli per aggiungere sia le tue pubblicazioni sia tutti gli articoli relativi alle tue attività. Infine scegli quali dati rendere visibili, come e con quale frequenza aggiornare il tuo profilo, e le impostazioni relative alle preferenze di ricerca, come quali risultati visualizzare o se mostrare i link alle biblioteche originali.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963