hard-disk.-deframmentazione Fonte foto: Shutterstock
HOW TO

Cos'è la frammentazione del disco e come risolverla

La frammentazione si verifica a causa della continua modifica o cancellazione dei file dal disco rigido e provoca dei rallentamenti al computer

Solitamente chi utilizza un computer si è trovato più volte a eseguire una deframmentazione dell’hard disk, nel tentativo di migliorare le prestazioni della propria macchina. La procedura si effettua quando l’unità di memorizzazione di un pc presenta un alto grado di frammentazione.

Se dopo aver letto queste brevi righe vi sentite frastornati state tranquilli, chiariremo tutto. E vedrete che sarà anche molto facile risolvere questo problema e rimettere in sesto il computer. Partiamo spiegando cos’è la frammentazione. A generarla è la continua modifica o cancellazione dei file dal disco rigido. Un programma, oppure anche un documento, è composto da una sequenza di dati, che il computer stipa in sezioni dell’hard disk vicine. La ragione è semplice: il disco ci metterà meno tempo a ricercare la sequenza e ad aprire il file. Il problema si verifica quando l’unità di memorizzazione comincia a essere piena. Per quale motivo?

Perché si verifica la frammentazione

Come visto, il computer memorizza per una questione di “praticità” i dati del file all’interno di sezioni adiacenti, che diminuiscono man mano che lo spazio disponibile nell’hard disk si riduce. In questi casi, il pc è costretto a suddividere la sequenza e a inserire i vari dati del file nei settori del disco fisso liberi. Di conseguenza, visto che le informazioni del file sono stati memorizzati in “zone” non contigue, l’hard disk sarà costretto ad effettuare un sforzo maggiore nel ricostruire la sequenza e dunque ci metterà più tempo a leggere il file. Come risultato, le performance del computer caleranno.

Come risolvere la frammentazione

Detto ciò, passiamo ora alla deframmentazione. Anche in questo è utile capire di cosa di tratti. Un file quando è cancellato dall’hard disk libera uno spazio, che sarà poi occupato da un altro file. La deframmentazione, in parole semplici, “riavvicina” gli spazi liberi in modo tale che il computer possa memorizzare la sequenza di dati in sezioni vicine.

Deframmentare il disco rigido su Windows è molto facile e non richiede grosse competenze informatiche. È sufficiente mettere in atto poche e veloci azioni. Vediamo quali.

Il modo più immediato per eseguire la deframmentazione è scrivere nella barra di ricerca di Windows 10 “Deframmenta e ottimizza unità”. Una volta fato ciò, non dovrete fare altro che premere su “Analizza”, per verificare se l’hard disk (o una delle partizioni) ha bisogno di manutenzione, e poi su “Ottimizza “ per deframmentare il disco. Cliccando invece su “Modifica impostazioni” è possibile anche pianificare la deframmentazione: in questo caso il computer la eseguirà automaticamente.

Contenuti sponsorizzati