Dichiarazione dei redditi Fonte foto: Shutterstock
HOW TO

Dichiarazione dei redditi: come farla online

Vuoi inviare all’Agenzia delle Entrate il tuo 730 o il Modello Redditi? Le scadenze ormai sono vicine. Scopri quali sono e come evitare sanzioni

30 Aprile 2019 - Come ogni anno, i contribuenti sono chiamati a fare la dichiarazione dei redditi e inviarla all’Agenzia delle Entrate. Oltre a potersi rivolte a enti e a professionisti autorizzati, i cittadini possono inviare la dichiarazione dei redditi online sfruttando il 730 precompilato disponibile sul sito dell’Agenzia delle entrate.

Dal 15 aprile scorso i pensionati e lavoratori dipendenti possono consultare e modificare online il proprio 730, integrando anche altre spese e documenti non presenti. Invece, chi deve inviare il modello Redditi precompilato, può modificarlo e integrarlo per inviarlo poi all’Agenzia delle Entrate. L’alternativa è richiedere la normale dichiarazione presso un Caf o altri organi abilitati. L’accesso online alla dichiarazione dei redditi precompilata 2019 può essere eseguito a partire da lunedì 15 aprile nel sito realizzato dall’Agenzia delle Entrate. Esistono poi specifiche scadenze da rispettare per evitare sanzioni.

Dichiarazione dei Redditi 2019: procedura online

All’interno del sito predisposto dall’Agenzia delle Entrate è possibile accedere alla propria dichiarazione precompilata relativi ai redditi del 2018, oltre a scoprire nuove funzioni. Tra queste, quella più importante è la compilazione assistita. Per fare la dichiarazione dei redditi online occorre cliccare il bottone presente in Home Page in alto a destra, che reca la scritta “Accedi alla tua precompilata”.  Per iniziare occorre effettuare l’accesso scrivendo le proprie credenziali SPID oppure tramite le credenziali di Fisconline o il PIN dell’Inps. Inoltre, i genitori o tutori di un minore possono presentare la sua dichiarazione. Sulla pagina web si trovano i link per accedere al servizio tramite i diversi canali. Se non si possiedono alcune credenziali occorre richiederle all’INPS (nel caso del PIN) oppure all’Agenzia delle Entrate. Una volta inserite le credenziali si può visualizzare la propria dichiarazione precompilata.

Procedura online per modificare il 730 precompilato online

Per quanto riguarda il 730 precompilato, dal 15 aprile al 2 maggio è possibile esclusivamente consultarlo, in seguito si potrà modificare o integrare. La procedura dovrà però essere eseguita entro il 23 luglio.

Per modificare il documento, occorre accedere alla sezione “Modifica il 730 e invia” e poi accedere alla sezione “Quadro E – compilazione assistita”. In questo campo è possibile modificare ogni voce di spesa precompilata, eliminando o aggiungendo eventuali uscite. Inserire una nuova spesa detraibile o deducibile è davvero facile, basta cliccare su “Aggiungi nuova spesa” e scrivere l’ammontare e il tipo di uscita. Ogni dato inserito dovrà essere confermato spuntando l’avviso “Confermo di aver preso visione di tutte le voci di tutte le sezioni” e poi cliccando il bottone “Salva”. Nella stessa sezione è anche possibile visualizzare e modificare le spese dei propri componenti della famiglia a carico. Per farlo bisogna andare su “Dichiarante e familiari”, selezionare il relativo codice fiscale e modificare le spese. Anche in questo caso occorre confermare ogni modifica. Dopo aver confermato tutti i dati, il sistema ricalcola obblighi deducibili e detraibili, e li inserisce nella sezione E del 730. Dopo aver verificato tutti i dati, occorre selezionare il bottone “Stampa e Invia”. Con questa operazione la dichiarazione dei redditi online viene inviata all’Agenzia delle Entrate.

Scadenze dichiarazione dei redditi 2019

Per quanto riguarda il Modello Redditi Precompilato, le scadenze sono le seguenti: dal 15 aprile al 2 maggio è possibile unicamente la consultazione; dal 2 al 10 maggio è possibile apportare eventuali modifiche; e infine dal 10 maggio al 30 settembre si può trasmettere all’Agenzia delle Entrate. Le istruzioni per modificarlo e inviarlo sono più complesse, visti i tanti riquadri da considerare, ma sono state comunicate in modo chiaro sul sito ufficiale.