rnasomware Fonte foto: Shutterstock
SICUREZZA INFORMATICA

Europol, il cybercrime cresce nel 2017. Ransomware minaccia più grave

Nel 2017 continua la crescita dei virus del riscatto e aumenteranno gli attacchi a enti governativi e aziende pubbliche. Tutti sono in pericolo, nessuno escluso

27 Settembre 2017 - Il report Internet Organised Crime Threat Assessment (IOCTA) 2017 redatto dall’Europol ha messo in luce come i malware siano in costante evoluzione e diffusione. Il numero di attacchi informatici è cresciuto rispetto all’anno precedente e i numeri aumenteranno anche nel 2018.

Va detto che alcuni virus negli ultimi tempi sono tendenzialmente stabili e non hanno fatto registrare una crescita rispetto al passato. Anzi alcuni addirittura hanno una diffusione meno capillare. Questa piccola buona notizia è seguita però da una serie di cattive o cattivissime notizie. Alcune famiglie di malware, infatti, sono in costante aggiornamento e colpiscono sempre più utenti. La prima fra tutte sono i ransomware. Le organizzazioni di cyber criminali hanno guadagnato talmente tanto da questi virus che ora ne esistono versioni rivisitate molto difficili da individuare e da contrastare.

Ransomware e DDoS

Il 2017 ha fatto registrare una crescita esponenziale degli attacchi informatici che mirano a generare un business. Primi fra tutti i già citati ransomware e gli attacchi Distributed Denial of Service (DDoS). Per le società di sicurezza e per le autorità è molto difficile rintracciare i gruppi criminali alla base di questi malware. Perché gli hacker ormai lavorano usando strutture complesse, simili a grandi aziende, e utilizzano solamente sistemi di pagamento non rintracciabili. A livello globale la scena è tutta dei ransomware. Attacchi come WannaCry e Petya hanno colpito praticamente ogni nazione del mondo e ogni azienda, dalla più piccola alla multinazionale. Uno degli aspetti vincenti dei ransomware infatti è che possono colpire praticamente chiunque. Ogni utente in Rete è una potenziale vittima.

Cresce la paura per il 2018

La grande paura è che nel 2018 crescano gli attacchi hacker di tipo ransomware mirati a colpire le infrastrutture di un governo o la sanità pubblica. Gli hacker, sfruttando questi virus, possono infatti bloccare macchinari ospedalieri, reti elettriche e idriche ma anche prendere possesso dei robot di una fabbrica. Oltre ai danni di produzione questi virus possono quindi causare anche dei pericoli fisici per le persone.

Contenuti sponsorizzati