cos'è ftp Fonte foto: Shutterstock
HOW TO

Come funziona il server FTP

Cerchi un protocollo che consenta il trasferimento di file? Leggi l'articolo! Scopri cos'è FTP, File Transfer Protocol, le varie tipologie e come utlizzarlo.

Confrontarsi per la prima volta con un hosting web scatena una domanda standard: cos’è un FTP?. Si tratta di un acronimo per File Transfer Protocol. Indica di fatto il protocollo che viene sfruttato per il trasferimento dei file, attraverso un sistema di tipo client-server. Ecco cos’è possibile fare:

  • effettuare un upload di file in un server remoto;
  • effettuare un download di file da un server remoto;
  • spostare, rinominare e cancellare un file da un server remoto;
  • creare, spostare, rinominare e cancellare cartelle su un server remoto.

Operazioni che, per essere effettuate, richiedono un TCP, acronimo per Transmission Control Protocol, ovvero un protocollo per il trasferimento dei dati. Per poter accedere a un FTP è però necessario un client che, generalmente, richiede username e password.

Perché usare un FTP?

Per effettuare operazioni all’interno di un server remoto, lavorando su un dato file, si ha necessità di un FTP. Basti fare un esempio. Nel caso in cui un webmaster debba svolgere degli interventi su un sito web, dovrà connettersi al proprio hosting, ovvero uno spazio web remoto, sfruttando proprio un client FTP, un software che richiede delle specifiche credenziali d’accesso. Queste vengono rilasciate dall’hosting provider, una volta acquistato un servizio.

Una volta ottenuto l’accesso al client FTP, si potranno caricare i file che compongono il sito web o, al tempo stesso, effettuare delle modifiche. Un FTP è necessario anche per mettere un sito on-line, sviluppato in locale, consentendo di caricare i file dal proprio terminale al server remoto.

È possibile ovviare all’utilizzo di un FTP soltanto nel caso in cui si operi con dei CMS, come ad esempio WordPress. Il sito potrebbe essere controllato, modificato e gestito attraverso la daashboard del CMS. Non si ha necessità dunque di un FTP, soltanto di un hosting che presenti WordPress (o altri) preinstallato.

Cosa sono i client FTP

Se si parla di un client FTP si fa riferimento un programma. Questo ha come compito la realizzazione di una connessione con un server remoto. In questo modo l’utente ha modo di raggiungere file e cartelle caricate, svolgendo differenti azioni previste. Queste sono svolte in maniera molto semplice, accedendo al server remoto da ogni dove, con le necessarie credenziali. A livello grafico, il tutto viene visualizzato come un insieme di file e cartelle facenti parte di una partizione del proprio hard disk. Nulla di più semplice, al punto da poter trascinare i file per l’upload e il download.

Configurare un client FTP

La configurazione di una connessione FTP richiede dei passaggi differenti a seconda del client scelto. Alcuni di questi sono però identici in tutti i casi, a prescindere dal software. La prima cosa da fare è ovviamente aprire il programma in questione, cliccando in seguito sul tasto relativo alla creazione di una nuova connessione. Ci si ritrova dunque dinanzi una schermata che richiede l’inserimento di svariate informazioni.

  • Host: necessario inserire l’indirizzo FTP, che viene inizialmente comunicato dal provider scelto.
  • Porta: a meno di casi particolari, si lascerà la porta impostata di default, che dovrebbe essere solitamente la numero 21
  • Username: nome utente comunicato dal provider scelto, nel corso della fase d’attivazione
  • Password: codice comunicato dal provider scelto, nel corso della fase d’attivazione

Nella maggior parte dei casi è possibile in seguito salvare i propri dati d’accesso. In questo modo non si dovrà ripetere il processo d’accesso, ricordando la password di volta in volta. Solitamente le credenziali, fornite sempre dal provider, vengono spedite via posta elettronica, dopo aver effettuato l’acquisto del servizio e la successiva attivazione. È inoltre possibile generare autonomamente le proprie credenziali, sfruttando il pannello clienti che l’hosting provider mette a disposizione.

Molti provider attivano dei filtri che limitano l’accesso FTP, al fine di evitare degli accessi non autorizzati. Se fosse questo il caso, prima di creare una nuova connessione ci si dovrà accertare del fatto che il proprio IP sia autorizzato ad accedere via FTP. Se così non fosse, la connessione verrà automaticamente rifiutata, anche se in possesso delle giuste credenziali d’accesso.

Come usare un client FTP

Sfruttare un client FTP è estremamente semplice. Al di là del provider scelto, il funzionamento e le operazioni restano le stesse. Dopo aver instaurato una connessione remota, si vedrà aprirsi una finestra, suddivisa in due sezioni. Sul lato destro vi sono i file e le cartelle del server remoto. Sul lato sinistro invece c’è la rappresentazione dell’hard disk del proprio computer.

Tutto ciò che occorre fare è selezionare i file di proprio interesse, in locale, trascinandoli all’interno della finestra che contiene i file e le cartelle in remoto. Basterà rilasciare per avviare il processo di upload. L’operazione inversa invece avvierà il processo di download, dal server al PC.

È possibile inoltre operare su file e cartelle remote. Per farlo basta selezionare il file o la cartella di proprio interesse. Per cancellare il tutto basterà cliccare col tasto destro, selezionando la voce relativa. Stesso discorso per quanto riguarda la possibilità di rinominare. Se invece si intende modificare i permessi di un file o una cartella, si dovrà selezionare la voce “permessi” o, a seconda del provider, “CHMOD” o “File Info”, dopo aver premuto il tasto destro del mouse.

La sicurezza di un client FTP

Un protocollo FTP non prevede alcuna cifratura. Un elemento molto importante da chiarire, considerando come ciò indica che i dati inviati via FTP sono in realtà potenzialmente intercettabili da altri utenti malintenzionati. La loro veicolazione avviene infatti “in chiaro”, per così dire. Al fine di ovviare a tale problematica è stato introdotto il protocollo FTPS. Questo, così come accade con HTTPS, prevede una cifratura dei dati in transito.

Quasi tutti i provider oggi disponibili supportano FTPS. Al tempo stesso quasi tutti i client FTP supportano le connessioni sicure. Si tratta però di elementi da verificare al mondo della sottoscrizione di un abbonamento. Si consiglia di affidarsi unicamente a servizi che garantiscano questi requisiti di sicurezza, così da evitare problemi in futuro, proteggendo i propri file in remoto.

I migliori FTP

Esistono svariate tipologie di FTP. Alcune prevedono un abbonamento. Altre invece sono gratuite. Ecco le migliori 5 tra le quali poter scegliere, a seconda delle proprie esigenze.

Filezilla

FileZilla: è senza dubbio una delle applicazioni FTP più adoperate. Il suo software open source è totalmente gratuito. È inoltre compatibile con Windows, Linux e macOS. È facile scambiare file via drag&drop. È supportato inoltre anche il trasferimento di file alquanto grandi, fino a un massimo di circa 4 GB.

Gli utenti possono inoltre riprendere il trasferimento di dati interrotto in precedenza. È inoltre possibile impostare autonomamente la velocità di upload e download. Il protocollo è infine codificato via SSL/TLS o SSH, con funzione “keepalive” per mantenere la connessione. I dati del login vengono purtroppo salvati nel testo in chiaro.

WISE-FTP

WISE-FTP è un programma a pagamento per Windows. È possibile effettuare un test gratuito per 30 giorni, così da verificarne le potenzialità. Supporta ogni protocollo comune, come FTP, SFTP, FTPS o FTPES, stabilendo dunque una connessione a ogni server FTP. È possibile automatizzare sia l’upload che il download, grazie al task planner. Garantito il massimo grado di sicurezza, dall’autenticazione al trasferimento. Si possono inoltre crittografare i file a scelta, tramite Rijndael, BlowFish o TripleDES.

Transmit

Transmit è un client a pagamento. Un’ottima scelta per i sistemi macOS. Il trasferimento dei dati, in upload e download, è molto rapido. Si ha inoltre la possibilità di impostare un limite per la bandalarga. Interfaccia chiara e funzionale. Si possono sincronizzare intere directory, il che porta a un rapido aggiornamento tra server e client. Supporta inoltre la trasmissione crittografata via SSL/TSL e SSH.

Fresh FTP

Fresh FTP è un programma gratuito per Windows, molto facile da utilizzare. È possibile trasferire contemporaneamente più file grazie al supporto multithread. É inoltre possibile stabilire un preciso orario per programmare una tale funzione. L’utente ha inoltre modo di impostare dei limiti personalizzati, per quanto riguarda la velocità di trasferimento, sia in upload che in download. Si possono inoltre riprendere i processi di trasferimento interrotti in precedenza. Al fine di impedire accessi esterni, si può impostare una password, richiesta all’avvio del programma.

Cyberduck

Cyberduck è un programma FTP totalmente gratuito. Tra i suoi vantaggi c’è il fatto di risultare compatibile con tutti i sistemi operativi Windows, a partire però da Windows 7. Al tempo stesso è compatibile con i prodotti macOS, a partire dalla versione 10.07. La connessione a ogni server è garantita, con grande velocità, da FTP a SFTP o anche WebDAV. Stesso discorso per servizi cloud, quali Azure, Amazon S3 oppure OpenStack.

L’interfaccia è alquanto intuitiva e facile da sfruttare. Può essere limitato il numero di trasferimento dati simultanei. L’utente può inoltre riprendere un trasferimento interrotto in precedenza. È presente anche un’ottima organizzazione per quanto concerne i segnalibri.

Questi possono essere anche importati da altri programmi. Garantito il trasferimento di file di grandi dimensioni, fino a un massimo di 5GB ed è supportata la crittografia via client tramite Cryptomator. L’unico limite è rappresentato da qualche eventuale interruzione di connessione. Un neo all’interno di un ottimo quadro, gratuito.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963