Libero
in cosa consiste la gestione dispositivi android Fonte foto: Shutterstock
ANDROID

Come si usa Gestione dispositivi Android

Per evitare di perdere il proprio smartphone, c'è Gestione dispositivi Android, un servizio gratuito che cosente tramite il PC di individuarlo: come si utilizza

Quello di perdere il proprio telefono cellulare o, peggio ancora, di subirne il furto è un timore comune a tantissime persone. Per quanto si presti attenzione a non lasciarlo in giro, infatti, lo smartphone è un elemento della vita di tutti i giorni e capita sovente di dimenticarlo da qualche parte. Ma peggio ancora, potrebbe anche accadere di averlo perso. Infine c’è anche l’opzione, decisamente più grave, di avere subito un furto. Ma come fare quando non si trova il proprio dispositivo? Per fortuna esiste un servizio denominato Gestione dispositivi Android, utilissima proprio in questi casi.

Gestione dispositivi Android: di cosa si tratta

Gestione dispositivi Android è un servizio completamente gratuito a disposizione attraverso la piattaforma Google, che consente la localizzazione rapida del proprio telefono a distanza, attraverso l’uso del PC. Non solo: questo servizio consente anche di comandare lo smartphone da remoto, in primis facendolo squillare in modo da verificare che non sia nei paraggi. Questo è molto utile se si pensa di averlo dimenticato da qualche parte e si vuole attirare l’attenzione di chi c’è intorno in modo che possa individuarlo. Se invece si è certi del furto, o se comunque lo si è smarrito altrove, è possibile bloccarlo attraverso un apposito codice di sicurezza, e di formattarlo. Naturalmente quest’ultima opzione è da considerare soltanto quando si sa di non avere più possibilità di recuperarlo. Si può usare quindi Gestione dispositivi Android da PC per effettuare il controllo.

Come funziona Gestione dispositivi Android

Innanzitutto è bene sapere che affinché il servizio funzioni è necessario che il dispositivo che si vuole localizzare sia acceso e connesso a Internet, ma anche che siano attive le funzioni di localizzazione. Naturalmente se queste cose sono disattivate Gestione dispositivi Android servirà a ben poco.

Per verificare il funzionamento di Gestione dispositivi Android sul proprio smartphone, in modo da essere sicuri che si attivi correttamente qualora ve ne fosse la necessità, si dovrà andare a verificare nelle impostazioni di Android (l’icona dell’ingranaggio) e attivare l’opzione di geolocalizzazione. Successivamente si dovrà accedere alla voce relativa a Google e verificare le impostazioni di sicurezza: si dovrà attivare la funzione "Localizza questo dispositivo da remoto" e quella "Consenti blocco e cancellazione da remoto": così Gestione dispositivi Android entrerà in funzione automaticamente.

Trovare lo smartphone con Gestione dispositivi Android

A questo punto è importante sapere passo passo come trovare il proprio smartphone con Gestione dispositivi Android da PC. Innanzitutto si dovrà accedere al computer con il proprio account Google, che naturalmente dovrà essere lo stesso a cui è associato il dispositivo che deve essere localizzato. Una volta effettuato l’accesso sarà possibile visualizzare la posizione geografica del telefono. In alto a sinistra appariranno dei pulsanti utili per poter lanciare comandi a distanza allo smartphone.

Le funzioni, come detto, sono piuttosto semplici. C’è il comando che consente di far squillare lo smartphone in modo da verificare se si trova nei paraggi. Oppure c’è la funzione blocca, che consente di bloccare il proprio dispositivo attraverso un apposito codice di sicurezza, con la visualizzazione di un messaggio personalizzato nello screen dello stesso. Infine si può attivare la funzione cancella, che è in grado di formattare tutti i dati che sono presenti nello smartphone. Questo consente di evitare che chi ha preso il telefono possa visualizzare i dati sensibili del proprietario.

Gestione dispositivi Android per sblocco del telefono

In alternativa si può usare Gestione dispositivi Android per sblocco del telefono, quando necessario. Innanzitutto si dovrà accedere al sito google.com/android/devicemanager utilizzando le credenziali di accesso di Google che si usano anche sul telefono. A questo punto si dovrà selezionare l’icona relativa al proprio dispositivo e pigiare sul pulsante in corrispondenza di "Resetta dispositivo". Quest’operazione cancellerà tutti i dati che sono memorizzati. In questo modo il telefono tornerà ad essere come appena uscito dalla fabbrica, senza blocchi ne password. In alternativa sempre nella home page della consolle di amministrazione si dovrà cliccare su "Dispositivi mobili" e quindi su "Sblocca dispositivo".

Come usare Gestione dispositivi Android con altri smartphone

Qualora non si avesse un PC a portata di mano, si potrà utilizzare comunque Gestione dispositivi Android da un altro telefono oppure da un tablet, attraverso l’app ufficiale. Il funzionamento è praticamente identico a quello del sito.

Come eliminare dispositivo da Gestione dispositivi Android

Qualora si desideri cambiare smartphone, sarà utile eliminare il dispositivo da Gestione dispositivi Android. Questo consentirà di interrompere la sincronizzazione dei dati dello stesso. Per eliminarlo dall’elenco dei dispositivi si dovrà accedere alla consolle di amministrazione di Google utilizzando il proprio account. Si dovrà poi cliccare su "Dispositivi mobili", e pigiare sui tre puntini allineati. Da qui basterà poi cliccare "Elimina dispositivo".

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963