Localizzazione su Google Maps Fonte foto: Lutsenko_Oleksandr / Shutterstock.com
HOW TO

Come impedire alle app Android di tracciare la tua posizione

Lo smartphone può essere una preziosa fonte di informazioni per chiunque voglia spiarti. Ecco come disattivare la localizzazione su dispositivi Android

8 Aprile 2019 - Spesso ignorate, le autorizzazioni app Android sono invece uno degli elementi informativi più utili che il sistema operativo del robottino verde ci fornisce. Grazie alle autorizzazioni, infatti, è possibile scoprire quali sono le funzionalità “nascoste” dell’app, quali componenti e sensori dello smartphone utilizza e di quali informazioni ha bisogno per il suo funzionamento.

Tramite le notifiche per le autorizzazioni, ad esempio, l’app ci avvisa se avrà bisogno di accedere ai nostri contatti, alla lista chiamate, ai messaggi o addirittura alla geolocalizzazione. Insomma, facendo attenzione alle autorizzazioni che si concedono si può capire se un’app può potenzialmente mettere a rischio la nostra privacy. In particolare, dovresti pensarci per bene prima di consentire a un’app di accedere alla tua posizione: a meno che si tratti di un navigatore per smartphone (o un’app con funzionalità simili), il tracciamento della posizione permette a qualunque sviluppatore di conoscere (più o meno esattamente) dove ti trovi in ogni momento della giornata.

Per tua fortuna, Android ti permette di porre rimedio alla tua distrazione e revocare autorizzazioni concesse a cuor leggero. Ti basterà cambiare un paio di preferenze nelle Impostazioni Android per impedire alle app Android di tracciare la tua posizione e ridurre il livello di precisione della geolocalizzazione. Ecco come fare.

Disattivare localizzazione Android 9

Con Android 9, Google ha modificato il modo in cui l’utente può gestire la localizzazione da parte delle app e il grado di accuratezza del tracciamento. Se in passato gli utenti avevano molta più libertà, oggi la scelta è ridotta a un “on” e “off”. Scegliendo di attivare la localizzazione, infatti, si attiverà quella che in passato era chiamata Precisione elevata (combinazione dei dati del Wi-Fi, della rete cellulare e del GPS); scegliendo di disattivare la localizzazione, invece, si utilizzerà solamente il sensore GPS dello smartphone. Per modificare le preferenze di default del tuo smartphone: entra in Impostazioni > Impostazioni e blocco schermo e qui scegliere Geolocalizzazione. Spostando l’interruttore in corrispondenza di Localizzazione farai la tua scelta.

Disattivare localizzazione Android 8, Android 7 e Android 6

Come accennato, nelle versioni precedenti del sistema operativo del robottino verde l’utente ha una maggiore possibilità di scelta quando si tratta di gestire i servizi di localizzazione. Con Android 6, Android 7 e Android 8, infatti, la voce di menu Geolocalizzazione darà accesso a un maggior numero di opzioni. Prima di tutto, si potrà scegliere se attivare o meno il rilevamento della Posizione; in caso affermativo, si potrà entrare nella sezione Modo e scegliere tra Precisione elevata (una combinazione dei dati del GPS, rete cellulare e Wi-Fi); Risparmio della batteria (solo i dati provenienti da Wi-Fi e rete cellulare, per avere una stima della posizione); Solo i sensori del dispositivo (localizzazione attraverso il solo GPS). Alle varie impostazioni, ovviamente, corrisponde una maggior o minor precisione nell’individuare la posizione esatta e, dunque, un grado di protezione della privacy più o meno elevato.

Disattivare localizzazione Android per singole applicazioni

Come detto, però, vale sempre la pena controllare quali app hanno accesso al rilevamento della posizione e, in caso di qualche “concessione di manica larga”, disattivare la localizzazione per le singole applicazioni. Da Impostazioni scegliere App e successivamente Autorizzazioni app: qui pigiare su Geolocalizzazione per visualizzare l’elenco delle applicazioni che possono accedere al rilevamento della posizione. Per disattivare la localizzazione delle singole app basterà spostare l’interruttore da destra verso sinistra e il gioco è fatto.